Serie B, Novara-Vicenza 4-0: poker piemontese nella ripresa

2016-03-05 17:15:29
Pubblicato il 5 marzo 2016 alle 17:15:29
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Nella 30esima giornata di Serie B il Novara travolge 4-0 il Vicenza al Silvio Piola. Le reti arrivano tutte nella ripresa e portano le firme di Corazza (51’), Evacuo (86’), Faragò (88’) e Viola (92’). I biancorossi hanno giocato in 10 dal 47’ per l’espulsione di Pinato per doppia ammonizione. Con questo successo i piemontesi continuano la loro corsa in piena zona playoff raggiungendo quota 49 mentre i veneti restano fermi a 31 punti.

Il Novara prova fin da subito a imporre il proprio gioco. Al 5’ Lanzafame si accentra dalla sinistra e lascia partire un destro a giro che termina di poco alto. E’ l’unica occasione concessa in avvio dagli ospiti: la formazione di Marino fa molta densità in mezzo al campo lasciando pochi spazi agli avversari. Al 18’ tuttavia Gonzalez si rende protagonista di un ottimo spunto e offre un assist invitante a Faragò: l’esterno in spaccata non trova la porta da due passi. I biancorossi, dopo il grande pericolo scampato, alzano il baricentro e al 28’, su cross basso di Giacomelli, Laverone conclude di prima mettendo i brividi a Da Costa. Da qui in avanti le emozioni latitano perché i berici abbassano il ritmo con un lungo possesso palla che di fatto inibisce ogni iniziativa dei piemontesi. Soltanto nel finale, al 43’, gli azzurri spaventano Vigorito con un colpo di testa impreciso di Troest.

Nel corso dell’intervallo Baroni inserisce Evacuo al posto di Lanzafame. La punta va subito vicina al gol con uno stacco prepotente deviato in corner da Vigorito. Al 47’ la svolta del match: Pinato viene espulso dall’arbitro Rapuano per doppia ammonizione (dubbio il secondo giallo per fallo di mano). Il Novara ne approfitta immediatamente e al 51’ passa: numero di Gonzalez in area e passaggio al bacio per Corazza. Il numero 11 non sbaglia a porta praticamente vuota. I lanerossi, nonostante l’inferiorità numerica, non demordono e ci provano con Galano, impreciso di testa sul cross di Giacomelli, e con lo stesso numero 10 (girata di destro sul fondo). La grande opportunità per il pari la crea però Raicevic al 78’: sponda area per Ebagua che anticipa Dell’Orco e Da Costa sbagliando la mira. Le speranze degli ospiti svaniscono all’86’: Evacuo raccoglie l’invito di Viola e di destro trafigge Vigorito. La punta, due minuti più tardi, regala a Faragò il pallone del 3-0 a seguito di un dribbling in area. In pieno recupero c’è spazio anche per un’altra rete: in contropiede Viola di sinistro fissa il risultato sul definitivo (e troppo severo) 4-0.

Nel prossimo turno il Novara farà visita al Pescara e il Vicenza ospiterà il Trapani.