Serie B: Livorno-Ascoli 1-3, gol e highlights. Video

2015-12-24 13:01:21
Pubblicato il 24 dicembre 2015 alle 13:01:21
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Sconfitta pesantissima per il Livorno, che nella 20a giornata di Serie B viene superato in casa dall’Ascoli per 3-1. Reti di Petagna e Cacia nel primo tempo e di Giorgi nel finale di gara. Inutile per la squadra di Mutti l’autorete di Nava, che aveva riacceso le speranze degli amaranto nella ripresa. Così, mentre i toscani rimangono invischiati nella lotta per la salvezza e continuano la striscia senza vittorie iniziata lo scorso 31 ottobre, la squadra di Mangia conquista tre punti fondamentali dopo due sconfitte consecutive.

È una partenza choc quella del Livorno, schiacciato fin dall’inizio nella propria trequarti da un Ascoli arrembante, che infatti va in vantaggio già al 2’, quando, dopo un buon lavoro sulla sinistra, Cacia serve al limite Petagna, che, arrivando a rimorchio, calcia di prima intenzione con l'interno sinistro e batte Ricci sul palo più lontano. Due minuti dopo, Jankto se ne va sulla sinistra e crossa una palla tesa al centro, dove Lambrughi rischia l'autogol in scivolata e viene salvato da Ricci. Poco dopo ci prova Petagna sulla destra e viene chiuso in corner: dalla bandierina crossa a rientrare Jankto, che trova sul primo palo Cacia, bravo a staccare di testa in anticipo su tutti e mettere la palla in rete per il raddoppio ospite. Dopo la sfuriata iniziale, gli ospiti rallentano, ma il Livorno non riesce a creare particolari problemi alla linea difensiva di Mangia, spingendo Mutti a inserire, già alla mezz’ora, l’attaccante Vajushi per il terzino Calabresi. Gli amaranto, però, non pungono e la prima frazione si chiude sul 2-0 per l’Ascoli.

Nella ripresa il Livorno avanza il proprio baricentro e, al 67’, su un bel cross dalla sinistra di Schiavone, Vajushi sfiora soltanto e Nava trova una sfortunata deviazione col fianco, con cui batte involontariamente il proprio portiere. I padroni di casa cominciano a crederci ma non riescono a creare vere occasioni. E allora ci pensa l’Ascoli a chiudere la gara: all’82’ Cacia duetta con Petagna, che allarga sulla destra per Nava, il cui cross rasoterra raggiunge sul secondo palo Giorgi che, da solo, non ha problemi ad appoggiare in rete col mancino. La squadra di Mangia riesce a rialzarsi, portandosi a meno uno dalla zona playout (in attesa che domani giochi la Salernitana nel posticipo contro il Cagliari). Brutta sconfitta casalinga, invece, per il Livorno di Mutti, ormai in caduta libera e a soli tre punti dalla terzultima posizione, occupata proprio dall’Ascoli.