Serie B: le pagelle di Atalanta-Ascoli

2011-03-13 08:05:49
Pubblicato il 13 marzo 2011 alle 08:05:49
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Atalanta-Ascoli, terminata 1-1

ASCOLI
Guarna 6 Dà grande sicurezza alla squadra uscendo su ogni pallone con autorità.
Micolucci 6.5 Ottima la sua prova. Un muro difensivo, non concede nulla.
Faisca Vasco 7 Il difensore portoghese segna un gol fondamentale ma in generale gioca una gara molto positiva in cui blocca qualsiasi tentativo offensivo della capolista.
Gazzola 6 Buono il suo apporto in fase offensiva. Si fa vedere con continuità e ingaggia un bel duello con Peluso.
Calderoni 6 Ha tanto da fare sulla corsia mancina visto che l'Atalanta cerca spazi da quella parte con i veloci Marilungo e Padoin. Nella ripresa cresce.
Moretti 6 Sempre nel vivo del gioco. Appena trova lo spazio cerca la conclusione a rete.
Uliano 6 Prova a rendersi pericoloso con un paio di conclusioni respinte dalla difesa.
Giorgi 6 Il suo ingresso porta freschezza. Non fa rimpiangere Cristiano.
Di Donato 6 Tanto lavoro di quantità in mezzo al campo per il capitano ascolano. Esce sfiancato. Promosso.
Pederzoli 6.5 Dà geometrie e tempi al centrocampo marchigiano. I suoi calci di punizione sono sempre un pericolo per Consigli e la sua difesa.
Cristiano 6 I suoi guizzi sono sempre interessanti e mettono ansia alla difesa atalantina. La sua partita è positiva. Esce senza fiato.
Lupoli 5.5 Gioca largo a destra, chiaramente non il suo ruolo. Ci mette grinta e voglia ma non incide. Feczesin 6.5 Fa a sportellate con Capelli in un bel duello fisico. Dà profondità alla squadra e prova a fare la boa. Partita eccellente dove va vicino a conquistarsi un rigore.
Romeo s.v. Partecipa all'assedio finale.

Allenatore
Castori 6.5 La sua squadra meritava probabilmente di più ma non ci sono dubbi sull'ottima prova. Formazione fresca e propositiva che non ha concesso nulla all'Atalanta blocando le fonti di gioco.


ATALANTA
Consigli 6 Sempre sicuro e concentrato. Disinnesca due conclusioni da fuori di Feczesin e Pedrzoli. Non può nulla sul gol.
Capelli 6 Duello fra fisicacci con Feczesin. Qualche sbavatura ma in generale una partita solida.
Peluso 6.5 Gran partita sulla corsia mancina. Insuperabile in fase difensiva e travolgente in quella offensiva. Bravo a puntare con continuità il diretto avversario.
Manfredini 6 Dà esperienza al fianco di Capelli. Si conferma un giocatore di sicuro affidamento per Colantuono.
Bellini 6 Cristiano prova a metterlo in difficoltà con la sua rapidità ma il capitano gioca con la solita diligenza senza errori. Esce dolorante.
Ferri 5.5 Rischia tantissimo con un intervento al limite dell'area con Calderoni lanciato.
Doni 7 Entra lui e cambia l'Atalanta. Il suo carisma e la sua esperienza fanno la differenza e in più firma il gol dell'immediato pareggio con un bel colpo di testa.
Padoin 5.5 Fatica ad essere incisivo. Prova a mettere qualche cross interessante ma la difes ascolana non corre alcun rischio. Partita più di contenimento.
Barreto 5.5 I suoi calci piazzati sono sempre insidiosi e possono creare qualche pericolo alla difesa avversaria. Meno lucido del solito, spesso falloso, rischia il rigore con un intervento a gamba tesa in area. Bonaventura 5 L'uomo che ha deciso la gara col Torino ad Ascoli è totalmente invisibile. Non riesce ad incidere e lascia il posto all'esperto Doni.
Carmona 6 Buona gara di lavoro e intensità in mezzo al campo.
Marilungo 5.5 Tanta corsa, si muove moltissimo. Dà una mano al centrocampo. Davanti alla famiglia e alla famiglia si batte come un leone, ma non è mai pericoloso.
Ruopolo 5.5 Anche lui totalmente fuori dalla partita. In generale gli attaccanti bergamaschi non sono in giornata anche per la bravura della difesa di casa.
Tiribocchi 6 Il suo ingresso dà una sostanza diversa al reparto offensivo bergamasco. Sfiora anche il gol con un sinistro di poco a lato.

Allenatore
Colantuono 5.5 La sua squadra era poco brillante, forse per l'impegno col Novara ma probabilmente per la freschezza degli avversari. Dovrebbe affidarsi con più continuità dei giocatori con maggiore esperienza, soprattutto ora che è in testa al torneo.