Serie B, Entella-Vicenza 4-1: Caputo firma una doppietta

2015-12-19 17:33:53
Pubblicato il 19 dicembre 2015 alle 17:33:53
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Vittoria netta e meritata per l’Entella, che supera in casa per 4-1 il Vicenza, grazie alla rete di Costa Ferreira nel primo tempo, alla doppietta di Caputo e al gol di Masucci nella ripresa. Per i veneti in gol su calcio di rigore Galano, che tiene aperta la gara per un tempo e poco più, ma senza che sia mai in discussione la superiorità della squadra di Aglietti, che si rilancia così dopo la sconfitta di Pescara, mentre i biancorossi di Marino incappano nella terza sconfitta consecutiva.

I padroni di casa partono subito forte e al 5’, su una bella sponda di testa di Caputo, Troiano, a tu per tu con Vigorito, calcia al volo di sinistro, ma colpisce in pieno il portiere in uscita, con la palla arriva poi a Palermo, che tira alto col destro. È però solo questione di tempo: al 9’ Costa Ferreira controlla palla al limite e approfitta del rimbalzo per calciare col destro di prima intenzione, mandando la sfera sotto l'incrocio sul primo palo, per il vantaggio dell’Entella. Dopo la rete subita, il Vicenza si affaccia per la prima volta in avanti e all’11’, su uno schema da corner, Galano riceve palla e viene steso da Keita, che commette un fallo da rigore. Sul dischetto si presenta Galano che, col mancino, spiazza Iacobucci, calciando alla destra del portiere. È curioso che questa rete interrompa contemporaneamente due strisce, quella delle rete inviolata casalinga dell’Entella (durata 254 minuti), e quella del digiuno di gol fuori casa del Vicenza (interrotta a 218 minuti). Sull’1-1, tornano a spingere gli uomini di Aglietti, che vanno anche in rete al 31’ con Pellizzer su cross di Jadid, ma l’arbitro Di Paolo annulla per fuorigioco. Un minuto dopo, Caputo dribbla un avversario e rientra, calciando però col mancino addosso a Vigorito, quando avrebbe potuto servire Troiano in posizione più favorevole. Per rivedere invece gli uomini di Marino nella metà campo offensiva, bisogna attendere il 42’, quando su un cross teso dalla destra di Gagliardini, Raicevic non arriva di un soffio sulla sfera, anche grazie all’esperienza di Ceccarelli in marcatura.

Nella ripresa la musica non cambia: al 48’, dopo una serie di rimpalli in area vicentina, Caputo calcia al volo di sinistro ma colpisce Laverone sulla schiena. Come nel primo tempo, però, dopo la prima occasione sprecata, arriva il gol dell’Entella: su un corner a rientrare dalla sinistra di Jadid, Sampirisi trattiene Ceccarelli in area, causando calcio di rigore e facendosi ammonire dall’arbitro Di Paolo. Sul dischetto si presenta al 54’ Caputo, che calcia con l’interno destro e manda la palla all'incrocio alla propria destra, con Vigorito che intuisce soltanto. Riguadagnato il vantaggio, gli uomini di Aglietti si gettano in avanti e riescono subito a chiudere la gara. Al 58’ Keita si libera con un numero sulla sinistra e crossa bene al centro, dove Caputo interviene in anticipo sul primo palo e calcia al volo col mancino, mandando la palla sotto la traversa per il gol del 3-1. Col risultato ormai fuori discussione, i ritmi si abbassano e il primo tiro verso la porta arriva al 76’, quando Cutolo rientra al limite dell'area e calcia a lato col mancino. All’81’, poi, su un cross su punizione dalla sinistra di Cutolo, Costa Ferreira interviene da solo di testa in area, ma manda la palla alta di un soffio. Il monologo dei liguri prosegue e un minuto dopo, su uno sciagurato retropassaggio di testa di Sbrissa, appena entrato, si avventa Masucci che, a tu per tu con Vigorito, lo batte con un morbido pallonetto di destro, fissando così il risultato sul 4-1. Lo stesso Masucci va poi vicino alla doppietta all’89’, quando, su un gran cross di Volpe dalla destra, arriva leggermente in ritardo in area e sfiora soltanto col destro, mandando la palla a lato. La gara termina dunque col risultato di 4-1 per l’Entella, che vince meritatamente e si rilancia in zona playoff dopo la sconfitta di Pescara, mettendo invece nei guai il Vicenza di Marino, al terzo ko consecutivo e in piena zona playout.