Serie B: Cagliari-Bari 2-1: decidono Melchiorri e Sau

2015-12-19 20:02:26
Pubblicato il 19 dicembre 2015 alle 20:02:26
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Si chiude con il big match di giornata il diciannovesimo turno di campionato di Serie B: al Sant'Elia il Cagliari di Massimo Rastelli supera 2-1 il Bari di Davide Nicola e, grazie al ritrovato successo, riduce a un solo punto il distacco dalla capolista Crotone. A decidere l'incontro sono le reti nel primo tempo di Melchiorri e Sau che, nel finale, sbaglia pure il rigore del possibile 3-1. Di Rosina su punizione al 37' la rete dei pugliesi.

Al Sant'Elia si affrontano Cagliari e Bari, che vogliono vincere per avvicinarsi al Crotone, fermato sul 2-2 dal Latina. Rastelli, privo dello squalificato Di Gennaro, schiera Fossati come direttore d’orchestra e Munari al posto di Joao Pedro, optando per un centrocampo più solido rispetto a quello della scorsa settimana. Nicola invece ritrova Valiani e Rosina, mandati in campo al posto di Di Noia e Sansone, confermando il resto della squadra che ha sconfitto il Perugia. A prendere l’iniziativa fin dalle battute iniziali è il Cagliari che costringe De Luca e Maniero a indietreggiare in fase di non possesso per aiutare i compagni. Per rompere gli equilibri ci vuole però un tiro a sorpresa dalla distanza di Salamon, Guarna non trattiene e Melchiorri ribatte in rete portando in vantaggio i sardi al minuto 22. Il gol destabilizza il Bari che si allunga e lascia più spazi ai sardi: il 2-0 arriva in meno di un quarto d’ora con Sau, innescato in contropiede da Farias, che fulmina Guarna al 35’. Stavolta però i galletti reagiscono e in due minuti Rosina, direttamente da calcio di punizione, riapre l’incontro mettendo dentro il 2-1.

Decisamente più ricca di emozioni la ripresa. Il Bari parte forte e con l’ingresso di Boateng per Gentsoglou diventa sempre più pericoloso; Rastelli risponde invertendo i terzini per avere Pisacane, più propenso a difendere, sulla corsia dove i galletti attaccano maggiormente. Nicola non ci sta a perdere e rischia il tutto per tutto buttando nella mischia un attaccante, Sansone, per un centrocampista, Porcari. I padroni di casa però possono contare su un Storari in grande spolvero che blocca prima su De Luca (70’) e poi su Maniero (74’). Con il Bari sbilanciato in avanti, l’undici di Rastelli prova a sfruttare gli spazi rischiando di segnare il terzo gol con Melchiorri e Sau (due volte). L’occasione più nitida capita all’86’ quando l’arbitro concede un rigore al Cagliari per un fallo di mano di Di Cesare: sul dischetto si presenta Sau, Guarna respinge e Cerri manca la porta sulla ribattuta del portiere ospite. Nel finale lo stesso Di Cesare potrebbe riscattarsi ma il suo tiro, con Storari fuori dai pali, termina a lato. Finisce così 2-1 per il Cagliari che torna al successo dopo il mezzo passo falso di Livorno e accorcia le distanze sulla capolista Crotone, adesso distante una sola lunghezza. Nel prossimo turno Nel prossimo turno i sardi saranno di scena a Salerno mentre il Bari ospiterà il Brescia.