Serie A, Udinese-Juventus: formazioni, diretta, pagelle. Live

2016-01-18 08:05:00
Pubblicato il 18 gennaio 2016 alle 08:05:00
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

È una Juventus da dieci e lode. Dieci come le vittorie consecutive infilate in campionato dalla squadra di Allegri, che al Friuli schianta l’Udinese 4-0 e sale in classifica al secondo posto, ora due lunghezze sopra l’Inter e a -2 dal Napoli capolista. Partita mai in discussione e chiusa già nel primo tempo, con le quattro reti bianconere siglate da Dybala (doppietta), Khedira ed Alex Sandro. Udinese invece alla seconda sconfitta di fila dopo il ko col Carpi e sempre ferma a quota 24 punti in classifica.

Dopo un inizio intenso dei padroni di casa, la Juve passa alla prima occasione utile grazie a Dybala. L’argentino al 15’ sfrutta al meglio una punizione da destra e col mancino sorprende Karnezis sul suo palo: fatale l’errore del portiere friulano che regala il vantaggio agli avversari. Il raddoppio si concretizza dopo nemmeno 3 minuti sugli sviluppi di un corner. Sempre Dybala raccoglie palla sulla destra e mette in mezzo un pallone che attraversa tutta l’area di rigore e trova sul secondo palo Khedira: il tedesco, tutto solo da due passi, insacca per il 2-0.

Partita fortemente indirizzata e che si chiude definitivamente al 26’, quando Lichtsteiner lancia in profondità Mandukic a tu per tu con Karnezis. Il croato viene steso da dietro da Danilo guadagnandosi così il rigore, con l’arbitro Rocchi che espelle il difensore friulano. Dybala realizza col sinistro spiazzando il portiere e mette la parola fine sul match. La ciliegina arriva allora al 42’, quando Alex Sandro si accentra dalla sinistra e dal vertice dell’area fa partire un destro a giro, lui che è mancino, che si infila nell’angolino alla sinistra di Karnezis.

La ripresa è pura accademia, con la Juventus in totale controllo del match e vicina più volte al 5-0. Nei primi 20 minuti Khedira e Mandzukic non raccolgono per un soffio due ottimi cross di Lichtsteiner ed Alex Sandro, mentre al 68’ è Morata, subentrato a Dybala, a concludere con il destro in area trovando la risposta di Karnezis. A un quarto d’ora dalla fine lampo anche dell’Udinese, con una bella punizione a giro di Lodi che Buffon devia sul palo. Colantuono inserisce in attacco Bruno Fernandes e Zapata per Thereau e Di Natale ma la sostanza non cambia.

Gli ospiti vanno infatti ancora vicini al gol con l’ennesimo inserimento di Khedira, indeciso sul più bello e stoppato a un passo dalla rete. Il resto è un conto alla rovescia fino al triplice fischio di Rocchi. La squadra di Allegri può così già pensare al big match di domenica prossima contro la Roma, mentre l'Udinese dovrà rifarsi in casa del Palermo.