Serie A: Torino-Roma 3-1, le pagelle

2016-09-25 15:00:17
Serie A: Torino-Roma 3-1, le pagelle
Pubblicato il 25 settembre 2016 alle 15:00:17
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Torino-Roma terminata 3-1

TORINO
Hart 7 Chiamato subito in causa da Dzeko dopo 4’, è bravo a uscire e respingere in tuffo coi pugni. Sempre il bosniaco proverà a superarlo nel corso del primo tempo, ma lui fa buona guardia. Si supera con un altro miracolo a inizio ripresa, respingendo a mano aperta sempre sull’attaccante giallorosso, con cui vince definitivamente il duello.
Barreca 6.5 Giganteggia su Florenzi, chiudendogli gli spazi e anticipandolo più volte. In generale mostra personalità in fase difensiva. Provvidenziale su una pericolosa ripartenza di Salah al 35’.
Zappacosta 6 Entra al 63' e va vicino al gol venti minuti più tardi con un destro a incrociare dai 20 metri: Szczesny si supera.
Castan 6 Non è facile contenere un treno come Salah, che al confronto riesce a esprime tutto un altro passo. Ma questo vale solo per i prima 45’ di gioco: nel secondo tempo, infatti, l’egiziano è scarico e poco lucido, perdendo ogni tipo di vantaggio sul diretto avversario.
De Silvestri 5.5 Il meno lucido della retroguardia granata. Commette la leggerezza in occasione del fallo in area su Perotti, concedendo agli avversari di riaprire la partita dopo solo 3’ dal rigore di Iago Falque. Sostituito al 63' per un infortunio.
Rossettini 6 Titolare solo nella prima giornata in casa del Milan, Mihajlovic lo promuove di nuovo tra gli undici iniziali. Nel primo tempo concede troppo spazio a Dzeko, che per sua fortuna è poco cinico sotto porta. Nella ripresa, anche per il calo del reparto offensivo giallorosso, sbaglia poco e niente, portandosi a casa la sufficienza.
Baselli 6 Subentrato a Obi, fa imprecare i suoi tifosi quando si addormenta davanti a Sczcesny e lascia il tempo a Florenzi di raggiungerlo e spazzare. Per il resto prestazione onesta.
Obi 6.5 Confeziona l’assist per il gol di Belotti e anche in fase di contenimento contiene bene Perotti. Al 23’ è costretto a lasciare il campo per un infortunio. Quanto basta.
Benassi 6 Lo si nota in un’incursione in area romanista al 39’, quando è capace di creare scompiglio tra la difesa avversaria. Per il resto lavora in fase di interdizione senza sbavature.
Valdifiori 6 Francobollato inizialmente da Nainggolan, è lui a lasciarselo scappare dopo solo 5’, permettendogli di innescare un missile dal limite che termina a lato. Ordinato comunque in mezzo al campo, all’80’ pesca in area il neo-entrato Martinez, che per poco non chiude i giochi sul 4-1.
Belotti 7.5 Rientra dopo due partite e trova subito il gol dopo 8’, salendo a quota 5 in campionato. Affonda e gioca di sponda, come in occasione del palo colpito da Iago Falque. Al 52’ ubriaca Bruno Peres e conquista il rigore che vale il 2-0.
Martinez 6.5 - Ha avuto due buone chance, si fa vedere agli occhi di Mihajlovic. Prezioso.
Boyé 7 Protagonista delle ripartenza del Toro, mette in mostra forza fisica e rapidità, tanto da costringere De Rossi al giallo dopo soli 13’. Bravo anche a impostare, con personalità e si rivela provvidenziale intervenendo su Florenzi lanciato a rete al 40’.
Iago Falque 7.5 Nel primo tempo non lo si vede molto, eccezion fatta per il palo colpito al 13’. Nella ripresa spinge sull’acceleratore e realizza prima il rigore del 2-0 e poi il gol del 3-1, con una conclusione dal limite che trova la fortunosa deviazione di Fazio.

Allenatore
Mihajlovic 7
In casa il suo Toro è ancora imbattuto. Comanda a i suoi di mantenere il baricentro basso e spingersi poi in avanti senza riserve. Se la Roma fosse più concreta là davanti, forse parleremmo di un altro risultato. Ma così non è, quindi bravo lui.

ROMA
Szczesny 6 Non ha molte colpe sull’incornata di Belotti; intuisce il rigore di Iago Falque, ma non a sufficienza; incolpevole sul 3-1 deviato da Fazio. Grande parata su Zappacosta, che sfiora il 4-1 dalla distanza.
Bruno Peres 4.5 Rientra in ritardo sul gol di testa di Belotti, lasciato solo. Inizialmente regala qualche buono spunto sulla sua corsia, ma poi è costretto ad arretrare in fase difensiva, dove fa solo disastri. Causa il rigore del 2-0 e perde Martinez all’80’, rischiando il 4-1.
Fazio 5.5 Parzialmente responsabile sul gol di Belotti, non tiene bene la posizione. Mostra comunque di avere dei piedi buoni con qualche lancio a cercare Dzeko, che però non ne approfitta. Sfortunato nella deviazione che beffa Szczesny sulla seconda rete di Iago Falque.
Manolas 5 Poca intesa con Fazio, un po' traballante come tutta la retroguardia giallorossa. Ammonito nei minuti finali, anche sui corner quando colpisce non fa male.
Florenzi 4.5 Fa fatica a spingere sulla sua fascia, trovandosi più volte ostacolato da maglie granata. Confeziona un buon assist al volo per Dzeko, che sotto porta però non va a segno. Male in fase difensiva, soprattutto quando si lascia palesemente uccellare da Boyè al 40’ rischiando parecchio.
De Rossi 5 Con Strootman fa fatica in mezzo al campo ed è costretto al giallo dopo solo 13'. Anche in fase di impostazione, i suoi lanci sono imprecisi.
Strootman 5.5 In mezzo al campo dovrebbe fare da argine insieme a De Rossi, ma le ripartenze granata sono più rapide della loro linea Maginot.
Nainggolan 5.5 In pressing su Valdifiori, non gli lascia molto spazio, almeno all'inizio. Spara una fucilata dopo 5' dal limite, ma il pallone finisce a lato. Gioca spalle alla porta e, quando servito, è poco preciso nel servire i compagni.
Perotti 5 Rispetto all'anno scorso sembra giocare con due o tre marce in meno. Potrebbe confezionare un assist per Dzeko al 49', ma Hart tira giù la saracinesca. L'unica nota positiva è il rigore procurato su un ingenuo De Silvestri.
Dzeko 4.5 Dovrebbe fare reparto da solo e infatti riceve sui piedi (o sulla testa) innumerevoli assist, quanto basta per trasformarne almeno uno in gol. Lui però o è impreciso, o si trova davanti un Hart insuperabile.
Totti 6 Entra nella ripresa con tutto lo stadio che lo applaude. Rigore magistrale, per il resto non basta per rimediare la confusione giallorossa.
Salah 5 Nel primo tempo offre buone spunti bruciando tutti in velocità. Nella ripresa, invece, per ogni pallone che tocca sbaglia scelta di gioco: passa quando c'è da tirare e tira quando c'è da passare.
El Shaarawy 5.5 Entra per dare maggiore spinta alla monovra offensiva. Tocca pochi palloni e non crea pericoli.

Allenatore
Spalletti 5
All'Olimpico le vince tutte, ma è ancora a secco di vittorie esterne. Si affida a un 4-2-3-1, con Dzeko a fare reparto da solo. Il bosniaco ha in effetti molte occasioni buone, ma non concretizza. Prova a rimediare in corso d'opera mandanado in campo Totti ed El Shaarawy, ma il Toro si difende bene.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it