Serie A: Sampdoria-Roma, le pagelle

2013-02-10 18:00:55
Pubblicato il 10 febbraio 2013 alle 18:00:55
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Sampdoria-Roma: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Sampdoria-Roma, terminata 3-1.

SAMPDORIA
Romero 7 Decisivo nel primo tempo su Lamela e Totti, poi ipnotizza Osvaldo dal dischetto. Però c'è da dire che l'italo-argentino ha calciato proprio male dagli undici metri...
Costa 7 Ha un cliente complicato davanti, cioè Lamela, ma non si scompone mai e chiude tutti i varchi possibili. Si immola su Pjanic a fine primo tempo e quando può spinge con efficacia. Un difensore davvero molto interessante
Gastaldello 5.5 In difficoltà: non riesce quasi mai a far salire la difesa e causa il rigore su Osvaldo con un intervento molto ingenuo
Rossini 6 Sostanzialmente molto attento: bada poco allo stile, ma sulle chiusure è quasi sempre efficace
De Silvestri 6 Troppo timido nel primo tempo, quando sta spesso basso in difesa. Migliora nella ripresa quando segue tutte le dritte di Delio Rossi
Poulsen s.v. Gioca gli ultimi 5 minuti, ingiudicabile
Poli 6.5 Conferma la sua ottima stagione con una prestazione di qualità e di sostanza in mezzo al campo. Tiene a galla i suoi nel momento più difficile
Sansone 7.5 Il suo ingresso in campo cambia le sorti del match: decisamente più vivace rispetto a Soriano, mette a disagio la difesa giallorossa per la rapidità. Ma soprattutto ci mette lo zampino con due assist (splendido quello dell'1-0 di Estigarribia) e con una punizione calciata al fulmicotone. Miglior esordio con la sua nuova maglia non poteva chiedere.
Estigarribia 6.5 Va in netta difficoltà contro Lamela che nel primo tempo fa quello che vuole sulla sua fascia, ma ha il merito di sbloccare il match non lasciando scampo a Stekelenburg. Il gol lo libera dalla tensione e gioca meglio fino alla sostituzione
Krsticic 5.5 Un po' troppo timoroso e mai in grado di prendere iniziativa. Uno dei pochi che non ha quasi mai convinto
Obiang 6.5 Dinamico e possente, fa sentire tutta la sua presenza fisica in mezzo al campo e aiuta costantemente nelle azioni d'attacco
Soriano 5 Non va mai a supporto di Icardi e mai disturba De Rossi in fase di impostazione: praticamente inutile e Rossi lo sostituisce a fine primo tempo
Icardi 6.5 Combina molto poco, soprattutto nel primo tempo perché troppo isolato in avanti. Ma ci mette il timbro sul match firmando un gol da vero attaccante. E' lui il miglior marcatore del 2013: scommettiamo che quest'estate sarà bagarre per lui nel calciomercato?
All.: Rossi 6.5 Tre punti d'oro trovati grazie alla mossa di inserire Sansone ad inizio della ripresa. Probabilmente se si fosse presentato con una formazione non troppo coperta nel primo tempo avrebbe sofferto molto meno. 7 punti in tre partite: i blucerchiati volano. Mezzo punto in meno per la brutta e inutile scaramuccia nel recupero

ROMA
Stekelenburg 5.5 Torna da titolare dopo tre mesi di tristezza tra panchina, tribuna e voli a vuoto. Prende il gol di Sansone su punizione sul suo palo e non riesce mai a trasmettere completa sicurezza al reparto
Marquinhos 5.5 Non chiude su Estigarribia e da lì in poi va in bambola. Sprofonda con i suoi nel secondo tempo a tinte blucerchiate
Dodò 5.5 In un quarto d'ora di gioco conferma tutta la sua pochezza mostrata finora
Castan 6 Si sa arrangiare con le buone e con discreta classe, non ha colpe sulle azioni dei gol. Acciaccato fisicamente, esce dal campo ad un quarto d'ora dalla fine
Burdisso 5 Sansone gli fa venire il mal di testa dopo un tempo di serenità totale. Suo il fallo che causa la punizione dello 0-2 e nei minuti di recupero litiga con Delio Rossi
Florenzi 6.5 Da un suo traversone nasce il gol dell'1-2 ed è sempre lui a fornire a Lamela una palla che si stampa sulla traversa. Ha fatto il suo egregiamente, come spesso capita
De Rossi 5 Non fa circolare bene la palla ed è molto nervoso in mezzo al campo. Sovrastato da Icardi sull'1-3, l'altro "ripudiato" da Zeman ha vissuto una giornata decisamente negativa
Marquinho 5.5 Non riesce quasi mai a saltare il suo diretto avversario e i suoi tiri sono spesso sbilenchi. Inconcludente
Bradley 6 Molto presente in mezzo al campo, ma manda al lato un'ottima chance dopo una bella percussione centrale. Cala il ritmo nella ripresa e Andreazzoli lo toglie dal campo
Pjanic 5.5 Sufficiente quando calcia a rete addosso a Costa, vanificando così la palla del vantaggio. Si dà da fare tra le linee, ma i risultati non sono quelli sperati
Lamela 7 Posizionato nell'inedito ruolo di esterno destro, El Coco semina il panico facendo ammattire la difesa doriana. Impegna Romero, segna il gol del vantaggio annullato (ingiustamente) per fuorigioco, colpisce una traversa e sigla la rete della speranza. Lui almeno non è mancato nella prestazione, anzi...
Totti 5.5 Nella prima frazione di gioco guida i suoi all'attacco, facendo da collante tra centrocampo e attacco. Nella ripresa cala nettamente e finisce in maniera incolore
Lopez s.v. Troppi pochi minuti per incidere sulla gara
Osvaldo 4.5 Gira alla larga dell'area eccetto in due occasioni in cui sbaglia tutto: calcia un destro sul fondo da posizione decentrata dimostrandosi egoista e soprattutto manda tra le braccia di Romero il rigore del possibile 1-1. Giornata da dimenticare
All.: Andreazzoli 5.5 Il suo debutto non inizia male, anzi la Roma nel primo tempo fa la partita e crea molto. Paga le consuete amnesie difensive e gli manca effettivamente autorità: come mai il rigore lo ha calciato Osvaldo e non Totti? Chi è il rigorista? Sia a livello tattico che a livello psicologico c'è molto da lavorare.