Serie A: Roma-Milan 1-0, le pagelle

2016-12-12 23:21:17
Serie A: Roma-Milan 1-0, le pagelle
Pubblicato il 12 dicembre 2016 alle 23:21:17
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Roma-Milan terminata 1-0

ROMA
Szczesny 7 Al 26' provoca un rigore atterrando Lapadula in uscita. Si riscatta immediatamente respingendo la conclusione di Niang dagli undici metri. Poi tanti interventi a salvaguardia della sua porta. Saracinesca.
Rudiger 6 Eleganza ben poca ma il suo compito di fatica lo porta pienamente a termine. Concreto.
Bruno Peres 6.5 Spinge come un treno sulla fascia destra andando a mettere spesso in difficoltà la difesa rossonera. Al 42' però deve abbandonare in anticipo la gara a causa di un infortunio e cedere spazio ad El Shaarawy.
Emerson Palmieri 6.5 Costante la sua spinta lungo la corsia esterna mancina dove va a prezioso supporto di un opaco Perotti.
Fazio 6.5 In tandem con Manolas si oppone con efficacia e tempismo alle sfuriate offensive rossonere.
Manolas 6.5 Difende con la consueta grinta ingaggiando spesso aspra battaglia contro il vivacissimo Lapadula.
De Rossi 7 Incredibile lavoro del capitano giallorosso che letteralmente si sdoppia ora per andare ad interdire ed ora per sostenere la manovra offensiva.
Strootman 6.5 Opera oscura ma efficace e di sostanza. Caparbio e generoso, non si risparmia nel recuperar palloni e rilanciare le ripartenze dei suoi.
Nainggolan 7.5 Difende, corre a più non posso ed attacca senza smettere un attimo di crederci; come al 62' quando s'inventa la rete che vale la vittoria. Devastante.
Perotti 5 Serata decisamente no per il fantasista capitolino che fatica terribilmente a saltare l'uomo e sbaglia anche le cose più semplici.
Dzeko 6.5 Determinato e combattivo, non si esime dall'ingaggiar battaglia contro la retroguardia rossonera. A tratti, eccessivamente irruento, ricorda il pugile russo Ivan Drago di "Rocky IV". Ti spiezzo in due!
El Shaarawy 5.5 In campo dal 42' al posto di Bruno Peres. Decisamente meno incisivo rispetto al suo predecessore, fatica parecchio ad entrare in partita con la giusta cattiveria agonistica.

Allenatore
Spalletti 7
La sua Roma è seconda in classifica a -4 dalla capolista Juve che incontrerà Sabato prossimo. Qualificata ai sedicesimi di Europa League come prima del girone, avrà di fronte il Villareal. Finora una marcia impetuosa.

MILAN
Donnarumma 6 Attento e lucido tra i pali, tanti gli interventi a protezione della sua porta. Cade solo al 62' sulla precisa conclusione di Nainggolan da fuori area.
Romagnoli 5.5 Altalenante nel rendimento, alterna momenti di buona caratura ad altri di un'ingenuità assoluta. Acerbo.
Paletta 6.5 Roccioso, difende senza inutili leziosismi e mettendo in campo gli attributi giusti contro il cannoniere bosniaco.
Abate 6.5 Difende con testa e denti affilati. Tanta forza e mai una sbavatura.
De Sciglio 6.5 Copre con decisione e carattere riuscendo a stemperare l'incedere di Perotti fino a smorzarne completamente il furore.
Bertolacci 6 Aggressivo, combatte senza paura a centrocampo. Al 67' lo rileva Mati Fernandez.
Mati Fernandez 5 In campo dal 67' al posto di Bertolacci. Corre e si agita di qua e di la senza capire nemmeno lui perché. Inutile tarantolato.
Suso 6 Carattere e piedi eleganti, ancora una volta lo spagnolo si fa apprezzare sulla destra anche se stavolta non riesce a lasciare materialmente il segno.
Honda s.v. In campo solo dall'84' al posto di Pasalic. Non giudicabile.
Locatelli 6 Il giovane mediano rossonero affronta la gara con la consueta autorità degna del più attempato giocatore di massima serie ma manca però della velenosa esperienza. C'è tempo...
Pasalic 5.5 Accorto in mezzo al campo, lotta con caparbietà in fase d'interdizione ma pecca spesso di adeguata precisione nelle ripartenze. All'84' cede spazio a Honda.
Luiz Adriano 5 In campo dal 71' al posto di Lapadula. Passeggia attento a non scomporsi come fosse sul red carpet di Cannes per la premiazione da miglior attore non protagonista. Flop.
Lapadula 6 Lotta come fosse indemoniato contro l'arcigna retroguardia giallorossa ed al 26' si procura anche un rigore poi clamorosamente sprecato da Niang. Al 71' cede spazio a Luiz Adriano.
Niang 4 Ballonzola li davanti spaesato e senza mordente, al 26' si prende anche la responsabilità di calciare il rigore procurato da Lapadula e se lo fa parare da Szczesny. Secondo errore di fila dal dischetto, occorre aggiungere altro? Inguardabile.

Allenatore
Montella 6
Ci ha provato nonostante la carenza di uomini abili alla sfida. Per un attimo ha accarezzato il sogno di potercela fare ma poi la cruda realtà gli ha presentato il conto, salato ma che deve servire da scossa per continuare a lottare con altrettanto cuore.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it