Serie A, Palermo-Napoli: formazioni, diretta, pagelle. Live

2016-03-13 22:36:54
Pubblicato il 13 marzo 2016 alle 22:36:54
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Decisivo come nessuno e nella miglior stagione della carriera. E' la storia di Gonzalo Higuain, che su rigore firma il gol personale numero 27 in campionato che permette al Napoli di espugnare 1-0 il Barbera, battere il Palermo e ritornare a -3 dalla Juventus dopo il successo di misura dei bianconeri firmato da un altro argentino, Paulo Dybala. Continua la corsa Scudetto per la squadra di Sarri, rosanero criticati nonostante la buona prestazione nella prima in panchina di Novellino.

Nel posticipo del 29esimo turno l'inizio è tutto della squadra di Sarri, che con la formazione tipo mette subito in difficoltà la retroguardia rosanero: dopo 10' Sorrentino mette una pezza al suo stesso errore murando la conclusione a botta sicura di Insigne. La difesa dei padroni di casa concede tanto sulle corsie esterne, e al 22' sugli sviluppi di un corner arriva calcio di rigore per il Napoli: Andelkovic e Albiol si contendono lo spazio per andare a colpire di testa, franano entrambi a terra e Rocchi dà ragione allo spagnolo concedendo il fallo. Sul dischetto si presenta Higuain, che di potenza e precisione spiazza Sorrentino: è una rete a suo modo storica per il Pipita, che a nove giornate dalla fine ha già eguagliato il suo miglior score in campionato (27 reti, come nel 2010 quando vestiva la maglia del Real Madrid). Pericolosissimo l'unico vero tiro in porta del Palermo che arriva al minuto 43, con Gilardino e Vazquez che duettano per la conclusione a giro del Mudo murata da un reattivo Reina.

Nella ripresa i ritmi si alzano, e per il Napoli aumentano le occasioni per far male agli avversari: al 50' Andelkovic salva con tempismo su Higuain, mentre sei minuti dopo Insigne dovrebbe solo angolare il perfetto servizio di Jorginho ma preferisce calciare addosso a Sorrentino. Sale a otto la striscia di partite senza vittorie per i rosanero: Novellino atteso da un lungo lavoro, con la zona retrocessione che rimane sempre ad una sola lunghezza. Palermo che nel prossimo turno sarà ad Empoli, mentre il Napoli (salito a quota 64 punti) sarà di scena al San Paolo contro il Genoa per continuare il duello a distanza con la Juventus. E con un Higuain così credere fino in fondo allo Scudetto è un obbligo.