Serie A: Palermo-Inter 1-1, le pagelle

2015-10-24 23:40:14
Serie A: Palermo-Inter 1-1, le pagelle
Pubblicato il 24 ottobre 2015 alle 23:40:14
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Palermo-Inter: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Palermo-Inter, terminata 1-1.


PALERMO
Sorrentino 7 Una gara da senza voto fino a un quarto d'ora dal termine. Poi due miracoli dei suoi: il primo su Guarin e il secondo in uscita bassa su Biabiany. Solito ultimo baluardo.
Lazaar 6 Come tutto il Palermo, meglio nella prima frazione quando attacca e sfrutta le timidezze iniziali di Nagatomo e compagni. Si spegne col passare dei minuti.
Struna 6.5 Positivo come tutto il pacchetto arretrato rosanero.
Rispoli 6.5 Primo tempo versione stantuffo inesauribile. Eclissa Perisic e crossa sempre con precisione. Nella ripresa gli capita anche la palla del ko, ma Telles lo limita. Generosità e convinzione.
Daprelà s.v. Pochi minuti. Ingiudicabile.
Gonzalez 7 Annulla Icardi, sventa un paio di palloni pericolosi in area e nel complesso dimostra una vena ritrovata.
Andelkovic 6.5 Icardi non la vede mai e i meriti vanno anche a un pacchetto arretrato rosanero per una volta attento e in palla.
Maresca 6.5 Gran partita in cabina di regia. Per 65' una prestazione di assoluta qualità.
Vazquez 7.5 Sontuoso. E' ovunque, giostra da destra a sinistra e ovunque con un genio tutto suo. Mette due tre palle clamorose, va vicino al gol tiene su la squadra nei momenti di difficoltà. Gran giocatore. E gran partita.
Chochev s.v. Entra e la gara finisce.
Rigoni 5.5 Chiude in affanno. Nel primo tempo gestisce il gioco con intelligenza ma nella ripresa perde troppi duelli sia con Guarin che con Perisic.
Hiljemark 6 Svedesino da trasferta,in casa frutta poco. Ma crescerà, il talento non gli manca.
Quaison 5 Sbaglia tanto, troppo. Se il Palermo cala è anche colpa sua.
Gilardino 7.5 Partita da incorniciare per il Gila. Movimenti da punta vera, tante sponde di rara intelligenza. Sempre al servizio della squadra e mai banale. Il gol è solo il giusto premio a una gara perfetta. Bomber ritrovato.

All.: Iachini 7 Bel Palermo. Ordinato,concreto e con un idea di calcio ben definita. Rischia grosso nel finale, ma non ruba nulla e forse con una panchina più larga l'avrebbe anche vinta. In crescita.

INTER
Handanovic 6 Poco impegnato nonostante la pressione costante dei rosanero nella prima frazione. Respinge bene una botta a colpo sicuro di Vazquez nel primo tempo,mentre nella ripresa sbaglia un'uscita ma Rispoli lo grazia. Incolpevole sul gol.
Telles 6 Male in costruzione nella prima frazione. Cresce come tutti nella ripresa. Bello il salvataggio in tackle su Rispoli. Prezioso
Ranocchia s.v. Pochi scampoli di gara. Ingiudicabile.
Murillo 6.5 Lascia i suoi in dieci nel finale. Ma la consistenza del tandem con Miranda è una delle note più liete di questa Inter versione 15/16. E in questa partita di fronte c'erano due davvero fastidiosi come Vazquez e Gilardino.
Miranda 7 Mezzo punto in meno per la scarsa reattività sul gol del pari. Ma per 90' è autore di una prestazione splendida. Leader silenzioso.
Nagatomo 6 Carta a sorpresa. Stranamente non demerita.
Guarin 6.5 Primo tempo inguardabile. Ripresa da leader. Avesse un minimo di equilibrio sarebbe un giocatore decisivo. La foto della sua gara: 70 metri palla al piede per cercare un incrocio mancato.
Medel 6 Arma tattica. Copre, difende e randella. Meglio nella ripresa, diventa decisivo quando l'Inter si sbliancia alla ricerca della vittoria. Mastino.
Kondogbia 5 Balbetta calcio per un'ora. Mancini lo leva e l'Inter e la partita decollano. Una zavorra insicura.
Perisic 5.5 A parte il gol poca roba. Rispoli lo annulla e anche nel momento migliore dei nerazzurri il croato resta ai margini. Abulico.
Ljajic 6 Inventa per Biabiany nel finale. Entra con la proverbiale indolenza ma rende pericolosa e ficcante la manovra. Da rivedere con un minutaggio diverso.
Biabiany 7 Svolta il match con l'assist per Perisic. Corre come un forsennato e va vicino al colpo dei tre punti in un finale brillante. Arma quasi letale.
Icardi 5 Non pervenuto. Zero tiri, zero pericoli, poco lavoro per la squadra. Gara da dimenticare.
Jovetic 6.5 Si sbatte come un dannato alla ricerca di spazi e palloni giocabili. Inventa la rifinitura che porta al gol del vantaggio. Come sempre l'ago della bilancia offensiva interista.

All.: Mancini 6 Primo tempo da censurare. Nella ripresa azzecca i cambi e la sua Inter va vicinissima ai tre punti. Non avrebbe rubato nulla, ma perché non giocarsela da subito?

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it