Serie A, finalmente Napoli-Juventus: una sfida scudetto anticipata

2017-12-01 09:32:35
Serie A, finalmente Napoli-Juventus: una sfida scudetto anticipata
Pubblicato il 1 dicembre 2017 alle 09:32:35
Categoria: Serie A
Autore: Luca Servadei

Il countdown è arrivato a zero: finalmente è l'ora di Napoli-Juventus. Questa sera, alle 20:45, in un San Paolo tutto esaurito, la due grandi protagoniste del campionato si sfidano in un match che può valere una piccola fetta di scudetto. La squadra di Sarri è prima, a +4 sui bianconeri e, in caso di successo, volerebbe sul +7. Senza Mandzukic, e con un Higuain a mezzo servizio, Allegri va a caccia dell'impresa per riavvicinare la vetta della classifica.
 
Dici Napoli-Juventus e pensi alla storia del calcio italiano. Una rivalità antica, mai sopita, riesplosa prepotentemente negli ultimi anni in cui azzurri e bianconeri si contendono il primato in Serie A. Mai come ora, però, il match di questa sera può rappresentare un crocevia fondamentale per la conquista dello scudetto. In un San Paolo traboccante di tifo e di passione, la squadra di Maurizio Sarri cerca la definitiva consacrazione tra le grandi e l’allungo (forse) decisivo in classifica. Il Napoli si trova al primo posto dopo 14 giornate con 38 punti conquistati, a +4 dalla Juventus, rallentata da un paio di sconfitte in questo avvio da record. In mezzo alle due contendenti, continua la propria marcia silenziosa l’Inter di Luciano Spalletti, pronta ad approfittare di un eventuale passo falso di una o entrambe le rivali.
 
Il Napoli arriva alla ‘resa dei conti’ con la miglior difesa del campionato, la Juventus con il miglior attacco: quasi che il mondo si fosse capovolto rispetto alla scorsa stagione. E’ proprio nel reparto offensivo, però, che Massimiliano Allegri ha le maggiori difficoltà. Senza Mario Mandzukic, decisivo nella vittoria contro il Crotone, e con un Gonzalo Higuain non al meglio per via dell’operazione alla mano, il tecnico bianconero potrebbe varare un atipico 3-4-3 con Cuadrado (anche lui non al meglio) a formare il tridente offensivo con Douglas Costa e Dybala ‘falso nueve’. Una soluzione per certi versi simile a quella che ha fatto le fortune proprio del Napoli che, con i tre ‘piccoletti’ là davanti (Mertens, Insigne e Callejon), ha scardinato le difese di mezza Italia.
 
Oltre alla situazione infortunati, poi, a rendere ancora più complicata l’impresa della Juventus ci penserà il fattore ‘San Paolo’. Per la prima volta in stagione, infatti, il fortino del Napoli sarà gremito in ogni ordine di posto (circa 56 mila spettatori) e pronto a scatenarsi per dare la spinta e la carica alla truppa di Sarri. Negli ultimi 10 incontri, gli azzurri sono stati sconfitti solo una volta dalla Juventus tra le mura amiche, ottenendo ben sei vittorie e tre pareggi. La ‘Vecchia Signora’, però, può far valere l’importanza del proprio blasone: la Juventus, infatti, è la squadra contro cui il Napoli ha perso più partite (ben 65) in Serie A e subito più gol (ben 209).
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it