Serie A, Milano torna capitale: è la prima città d'Italia

2015-11-02 11:43:01
Serie A, Milano torna capitale: è la prima città d'Italia
Pubblicato il 2 novembre 2015 alle 11:43:01
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Sarà che anche fuori dal campo, tra Expo e confronto con la Città Eterna, il momento è positivo. Sarà forse il risultato dei pesanti investimenti estivi: magari non tutti azzeccati, ma se spendi così tanto prima o poi un ritorno c'è. Sarà che il recente passato è stato talmente buio che basta poco perché i tifosi si esaltino. Non sappiamo, ma una cosa è certa: la somma dei punti di Inter e Milan, dopo tanto tempo, torna ad essere superiore rispetto a quella di Roma, Torino e Genova. E dopo undici giornate di Serie A si può dire che Milano si candida a tornare capitale calcistica d'Italia.
 
La doppia sfida sull'asse Milano-Roma ha evidenziato che Inter e Milan fanno sul serio. Il successo dei nerazzurri sui giallorossi, a detta di tutti favoriti assoluti per lo scudetto, vale molto: l'Inter è la squadra più solida e quadrata del campionato e può andare lontano. Fino ad ora erano mancati i cugini, ma la prova dell'Olimpico contro la Lazio è di sicuro un avviso ai naviganti: Mihajlovic sta risolvendo i problemi, il Milan vuole competere per le prime posizioni e le potenzialità non mancano.
 
Il bilancio è chiaro: Inter prima a 24 punti, Milan quinto a 19. 24 più 19 fa 43, le due squadre di Milano sorpassano Roma, che con le due sconfitte di giallorossi e biancocelesti resta ferma a 41 (23 più 18). Torino non sta benissimo: 30 in totale i punti collezionati da Juventus e Toro ed equamente divisi. Ancora peggio Genova (27), per non parlare di Verona (18). Scontato, direte voi. Non è affatto vero, perché nelle ultime stagioni le cose sono andate in maniera ben diversa. 
 
La stagione 2010-11 fu quella di una Milano dominante: Milan campione d'Italia con 82 punti, Inter seconda a 76. Un gran derby vinto 3-0 dai rossoneri di Allegri che, grazie a quel successo, volarono verso la conquista del 18esimo scudetto. Anche la stagione successiva, quella del primo titolo della Juventus di Conte, vide Milano prevalere nettamente su Roma con 138 punti a 118. Nel 2013 la Capitale sfiora l'aggancio (126 per Milano, 123 per Roma). Il doppio sorpasso arriva l'anno dopo: il trono d'Italia va a Torino con 159 punti (102 solo per la Juventus), poi Roma con 141 e Milano con 117.
 
La stagione angosciante per i rossonerazzurri è quella appena passata, 2014-15: solo 107 punti, Inter e Milan fuori dall'Europa nell'anno della finale di Champions a Milano. Prima del capoluogo meneghino ci sono Torino (141), Roma (139) e anche Genova, che con Genoa e Sampdoria totalizza 115 punti. E per alcuni tratti della stagione anche Verona, che alla fine chiude a 89, le sta davanti. La Milano calcistica ridotta a quinta città d'Italia, qualcosa di mai visto.
 
Ora la riscossa. Siamo appena all'undicesima giornata ed è presto per i bilanci, è vero. Ma innanzitutto le società sono tornate ad investire in maniera massiccia sul mercato: c'è la sensazione che i proprietari abbiano capito che senza i 'dané' non si va da nessuna parte, quindi giù soldoni per i nuovi acquisti. E i risultati arrivano. Sarà il tempo a dire se il doppio confronto Milano-Roma di questa undicesima giornata ha rappresentato una svolta. Una cosa è certa: per tornare al top in Europa l'Italia ha bisogno di Milano. E dopo anni di vacche magre anche Inter e Milan lo hanno capito.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it