Serie A: Milan-Palermo 3-2, le pagelle

2015-09-19 23:33:39
Serie A: Milan-Palermo 3-2, le pagelle
Pubblicato il 19 settembre 2015 alle 23:33:39
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Milan-Palermo: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Milan-Palermo terminata 3-2

MILAN
Diego Lopez 5.5 Insicuro nelle sporadiche volte in cui è chiamato a intervenire dagli attacchi del Palermo. Ha sul groppone il punto dell'uno a uno e si mostra in generale poco attento nelle uscite alte.
Romagnoli 6 Gara in controllo per larghi tratti, si lascia beffare da Hiljemark e dall'esperienza di Gilardino. Fortuna per lui che un Bacca in versione killer non renda più vistose le sue sbavature.
Zapata 5.5 Se la difesa del Milan pare in affanno anche quando nulla accade la colpa è soprattutto sua. Gioca con suffcienza estrema e sui palloni alti non riesce a prendere le misure agli avanti rosanero. Svagato.
Calabria 7.5 Gioca tutti i palloni che tocca con intelligenza, sagacia e un pizzico di noncuranza. Quella che serve a un ragazzino di 18 anni spedito nel calderone di un San Siro mai facile. Lui la prima prova "vera" della sua carriera la passa alla grande. Promessa.
Abate 6 Stringe i denti sin dall'inizio convivendo per quasi 20' con un fastidio alla coscia destra. Lascia il posto all'enfant prodige Calabria. Non sarà la prima volta.
De Sciglio 6 Spinge tantissimo, non sempre bene ma per corsa e spirito di sacrificio merita ampiamente la sufficienza. Meglio a sinistra che a destra sebbene si ritrovi spesso a dover crossare col piede debole.
Poli 6 Fa rifiatare la squadra con un paio di possessi versione bombola di ossigeno. Ma quello di comprimario resterà il suo ruolo per tutta la stagione. Involuto.
Bonaventura 7.5 Prestazione maiuscola dell'ex Atalanta. Splendido colpo di tacco a liberare Bacca per l'uno a zero e punizione magistrale per il 2-1. Chapeau.
Kucka 7 Prestazione di grandissima sostanza quella dello slovacco, ormai un autentico amuleto per Mihajlovic. Gioca con grandissima sicurezza sul centrodestra coadiuvando Calabria e oscurando completamente un Chochev versione chi l'ha visto.
Honda 5.5 Fischiato e beccato insistentemente dall'esigente pubblico di San Siro il giapponese non demerita per impegno e voglia. Ma in generale resta il vero punto di domanda di una squadra che inizia a trovare la sua fisionomia.
Montolivo 6.5 Regia intelligente e sempre al servizio della squadra. Il rientro del capitano rossonero dona qualità e fosforo a una mediana che pare per la prima volta compatta e unita come nei tempi belli.
Bacca 8 Straordinario killer d'area si conferma il valore aggiunto di una squadra in crescita. Ci prova di destro, sinistro persino di rabona. La sua doppietta riaccende i sogni dei tifosi rossoneri.
Luiz Adriano 6 Si muove tanto, svariando su tutto il fronte di attacco e perde inevitabilmente freddezza nei momenti chiave. Esce stremato ma il suo lavoro ai fini del risultato risulta comunque prezioso.
Balotelli 6 Nella mezz'ora in cui scende campo tocca pochissimi palloni e i più li spreca. Ma non tutti i demeriti sono suoi vista la stanchezza dei compagni e il momento della gara "particolare". Da rivedere.

Allenatore
Mihajlovic 7
Partita preparata bene e fatta la tara ai soliti regali in difesa vinta strameritatamente. Per Sinisa anche la gioia per l'ottima prestazione di Calabria oltre ai soliti Bonaventura e Bacca. Giornata più che positiva.

PALERMO
Sorrentino 6 Incolpevole sul primo gol, non sembra reattivo al massimo sulla punizione di Bonaventura. Poi si riscatta e mantiene fino all'ultimo in vita i suoi.
El Kaoutari 6.5 Il migliore nel reparto arretrato rosanero. Sempre attento, sbroglia non poche matasse.
Lazaar 5 Gara da dimenticare quella del laterale marocchino. Non spinge coi tempi giusti e in difesa soffre notevolmente la fisicità di Kucka e l'intraprendenza di Calabria.
Struna 5.5 Poca spinta e non sempre lucido sulle chiusure. Gara da rivedere
Gonzalez 5.5 Soffre i movimenti continui del duo Bacca-Luiz Adriano. Non riesce a essere tempestivo nelle chiusure e sembra spesso in ritardo. Non combina disastri ma rischia troppo.
Vazquez 5 Combina pochissimo in una gara di rara pigrizia. Sembra svegliarsi a metà ripresa, ma è un falso allarme. Ghiro version.
Chochev 4.5 Inguardabile e demolito dal duo Kucka-Calabria. Gara di una pochezza allarmante, inspiegabile che non venga sostituito.
Jajalo 5.5 Francobolla Honda ma in fase di impostazione scompare ancor prima che la gara cominci. E i problemi del Palermo lievitano.
Hiljemark 6.5 Doppietta fortunosa a parte, non di certo una prestazione indimenticabile. Però nel calcio il gol conta parecchio e una doppietta a San Siro non se la scorderà facilmente. Fortunato o predestinato?
Quaison 5.5 Non punge, non morde e a parte l'angolo per l'inzuccata di Hiljemark non combina nulla di rilevante. Acerbo e ancora alla ricerca della propria posizione nell'undici di Iachini.
Gilardino 7 L'assist con cui manda in gol Hiljemark per il pareggio è qualcosa di sublime. Impegna i centraloni difensivi rossoneri e mostra come la sua esperienza non possa che giovare a un gruppo rosanero nel complesso parso troppo acerbo.
Trajkovski 5.5 Corre tanto ma non sempre i piedi rispondono a quello che vorrebbe la testa.
Djurdjevic 6 Volenteroso e aggressivo, ma non gli arriva un pallone che sia uno e in tutto il primo tempo no ha mai un occasione di mettersi in mostra. A rimarcare i limiti di un Palermo al di sotto della suffcienza.

Allenatore
Iachini 6
Di stima, perché la formazione messa in campo sembrava coraggiosa, ma nella realtà i suoi ragazzi si sono molto trattenuti. Mancanza di personalità che ci st per una squadra molto giovane, cui stranamente è difettato entusiasmo e voglia di mettere in difficoltà un Milan ancora in cantiere.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it