Serie A: Milan-Genoa 2-1, le pagelle

2016-02-14 15:33:21
Pubblicato il 14 febbraio 2016 alle 15:33:21
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Milan-Genoa, terminata 2-1

MILAN

Donnarumma 6 Non tocca palla per 92 minuti, poi compie un paratone su Rigoni ma lascia lì la sfera sulla quale si avventa Cerci per il più classico gol dell'ex
Romagnoli 6 Rovina leggermente una prestazione più che positiva facendosi ammonire nel finale e rimanendo imbrigliato con Alex in occasione del gol di Cerci
De Sciglio 6 Nel primo tempo tenta qualche discesa sulla destra mettendo in difficoltà Fiamozzi e arrivando spesso sul fondo. Cala nella ripresa
Alex 6.5 Fino al gol di Cerci non aveva sbagliato nulla. Poi però se l'ex rossonero si infila in area con troppa facilità la colpa è anche sua
Bertolacci 6.5 Finalmente una prova positiva per il centrocampista che contro i suoi ex compagni tocca un gran numero di palloni facendo intravedere le sue qualità ammirate nella passata stagione
Poli s.v. Entra solo nel finale per regalare la standing ovation a Montolivo
Bonaventura 6.5 Cerca spesso e volentieri la giocata a sinistra dimostrando di essere ancora una volta uno dei più talentuosi tra i rossoneri. Qualche volta, però, si esibisce in giocate un po' fini a se stesse.
Honda 7.5 Il giapponese è il migliore in campo, non a caso il suo gol dai 30 metri risulterà poi decisivo per la vittoria rossonera. Corre, si dà da fare sulla destra, recupera palloni e serve anche il cross (spizzato da Niang) per il gol di Bacca
Antonelli 6.5 Nel primo tempo annulla Suso, nella ripresa replica chiudendo tutti gli spazi a Cerci. E' incolpevole sul gol dell'ex compagno di squadra
Montolivo 7 Continua il periodo d'oro del capitano rossonero che esce tra gli applausi del Meazza al termine di una gara vissuta da protagonista. Sfiora il gol dell'anno con un sinistro al volo da fuori area su corner di Bonaventura
Bacca 6.5 Ormai è una sicurezza: il colombiano al primo pallone toccato va in rete. Il tredicesimo gol stagionale spiana la strada ai rossoneri. Poi col passare del tempo si rivede solo in occasione di un passaggio smarcante a Bonaventura
Menez s.v. Torna in campo dopo 9 mesi e mezzo per giocare gli ultimi minuti, non è ancora in condizione e si vede
Balotelli s.v. Entra a 3 dalla fine e finisce nel mirino di Mihajlovic quando il Milan subisce il gol di Cerci. Sembra svogliato ma gioca troppo poco per mostrare le sue qualità
Niang 6.5 Ha il merito di spizzare in maniera decisiva il pallone di Honda per il gol di Bacca. Alterna grandi lampi di genialità a momenti in cui si eclissa dal gioco

All. Mihajlovic 6.5 Ha il grande merito di aver dato solidità ad una squadra che spesso e volentieri aveva il vizio di perdersi durante l'anno. A parte il gol subito al 93' la sua difesa ha retto senza patemi e l'attacco, con Bacca vice capocannoniere della Serie A, è sempre pericoloso

GENOA
Perin 5 Pronti-via e compie subito un miracolo su Honda. Sul gol di Bacca non può nulla ma è ampiamente colpevole sul tiro dai 30 metri del giapponese che vale il raddoppio dei rossoneri.
Gabriel Silva 5 Dovrebbe essere la spina nel fianco della retroguardia del Milan, invece pensa più a difendere (maluccio) piuttosto che ad attaccare
Izzo 5.5 Aveva il compito difficile di tenere a bada Niang, ogni tanto ci riesce ma altre volte no. Viene sostituito da Gasperini nella ripresa
Burdisso 5.5 Si perde Bacca in occasione del gol del vantaggio, qualche altra piccola disattenzione nel corso del match
Fiamozzi 5 Prelevato a gennaio dal Pescara, l'esterno delude all'esordio in Serie A. Appare ancora un po' acerbo
De Maio 5.5 Fatica a tenere a bada Bacca e compagni ma riesce spesso ad avere la meglio di testa sull'attacco rossonero
Dzemaili 5 In mezzo al campo viene surclassato da Montolivo e Bertolacci. Invece di recuperare palloni, ne perde molti
Lazovic 5.5 Si vede poco o nulla dal suo ingresso in campo al 65'
Laxalt 5 Gara sotto tono per l'esterno che non inquadra la porta in un paio di occasioni
Suso 5 Paga la troppa voglia di ben figurare di fronte alla sua ex squadra, sbatte sul muro difensivo del Milan
Rigoni 6 Da sottolineare il suo tiro al volo parato da Donnarumma sul quale nasce il gol di Cerci. Per il resto poco altro
Ntcham s.v. Entra solo nei minuti finali
Cerci 6 Raggiunge la sufficienza solo per il gol, per il resto non combina nulla in 45 minuti
Matavz 4.5 Ha il compito non facile di sostituire Pavoletti ma appare solo la brutta copia del bomber rossoblù. Non convince all'esordio e viene sempre anticipato da Alex e Romagnoli

All. Gasperini 5 Le assenze pesano eccome: senza Ansaldi, Rincon e soprattutto Pavoletti, il suo Genoa non ingrana. La scelta di schierare Matavz però non paga e, a parte il gol di Cerci, la squadra rossoblù sembra svogliata e senza idee