Milan, Bonucci: "Grazie alla squalifica mi sono ritrovato"

2017-12-27 14:53:02
Pubblicato il 27 dicembre 2017 alle 14:53:02
Categoria: Serie A
Autore: Luca Servadei

Arrivato in estate per spostare gli equilibri come ciliegina sulla torta di una campagna acquisti faraonica, Leonardo Bonucci è stato protagonista di un avvio di stagione al di sotto delle aspettative. Al pari di un Milan che, al momento, galleggia a metà classifica in Serie A alla disperata ricerca di una scossa che possa raddrizzare una stagione desolatamente anonima. L'ex difensore della Juventus in una intervista esclusiva al magazine ufficiale del club è tornato sui primi mesi in rossonero, raccontando la propria verità.
 
"Penso che nei momenti di reale difficoltà - racconta Bonucci - quando ti trovi sul campo, la testa ti aiuti tanto, perché dove non arrivi con le gambe puoi arrivarci col cervello. In questi mesi iniziali, ho fatto fatica da questo punto di vista perché avevo la testa impegnata da tanti pensieri e il mio livello fisico non era ottimale. Quindi, le due cose messe insieme mi hanno portato a fare delle prestazioni non consone a quelle del passato".
 
Secondo le parole dell'ex centrale della 'Vecchia Signora', però, la svolta sarebbe arrivata con la squalifica per due giornate seguita al cartellino rosso contro il Genoa alla decima di campionato. Squalifica che, tra le altre cose, gli ha impedito di scendere in campo anche contro la Juventus all'Allianz Stadium: "Dopo la squalifica ho lavorato sia sul fisico che sulla testa e sono riuscito a esprimermi come avrei voluto sin dall’inizio. Sono d’accordo con Gattuso: gambe e testa vanno di pari passo, ma nei momenti di difficoltà la testa ti aiuta a rendere quel qualcosa in più per arrivare all’obiettivo: una grande prestazione per il singolo, una vittoria per la squadra".