Serie A: le pagelle di Lazio-Palermo

2011-03-07 08:00:09
Pubblicato il 7 marzo 2011 alle 08:00:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Lazio-Palermo, terminata 2-0

LAZIO
Muslera 6.5 Poco impegnato. Quando serve però c'è. Diventa protagonista al 32' nel deviare un colpo di testa insidioso di Pastore.
Radu 6 Non spinge tantissimo. Si limita alla fase difensiva e lo fa bene. Nella ripresa soffre parecchio le incursioni di Cassani.
Scaloni 5 Uno dei pochi insufficienti tra le fila laziali. Non ne azzecca una lasciando campo completamente libero a Balzaretti che fa quello che vuole sulla sua fascia.
Stendardo 6.5 Un tantino troppo falloso. L'arbitro lo grazia diverse volte ma alla fine si becca comunque il giallo. Sempre bravo in copertura, va anche vicino alla rete del 3-0
Biava 6.5 Impeccabile. Rischia pochissimo annullando gli attaccanti avversari.
Matuzalem 6.5 In una giornata in cui Ledesma si diletta a inventare, il numero 11 si sacrifica maggiormente in copertura. Come al solito una garanzia davanti alla difesa.
Bresciano 6 Subentra a Hernanes negli ultimi 15 minuti. Da il suo contributo nei minuti finali.
Ledesma 7.5 Gran bella prestazione. Due assist e mezzo (se si considera la palla servita a Stendardo nella ripresa) e tanto altro. Sale in cattedra dettando i tempi di gioco e non sbagliando nemmeno un passaggio.
Gonzalez 6 Rileva Sculli al 52'. Buona la sua prova. Entra nel momento in cui serve contenere gli avversari più che attaccare.
Hernanes 7 Fa molto movimento scombussolando l'assetto della difesa rosanero. Con l'ingresso di Liverani cura più l'interdizione marcando quasi a uomo il regista avversario.
Garrido s.v. Entra nel finale.
Zarate 6.5 Una buona gara, anche se da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più a livello tecnico. Quando serve da il suo contributo anche in fase di copertura.
Floccari 6 Da peso alla manovra offensiva anche se non ha delle nitide palle gol tra i piedi. Bravo comunque a tenere sempre molto alta la squadra.
Sculli 7.5 Gli bastano 18 minuti per chiudere il match. Fa due gol (anche se una rete è viziata da fuorigioco) e chiude i conti. Costretto a uscire a inizio ripresa per una reazione allergica.
Allenatore: Reja 7 Tre fantasisti e un ariete per una vittoria che non era così scontata come poteva apparire. Schiera una formazione super offensiva e alla fine il coraggio lo premia con una bella vittoria.

PALERMO
Sirigu 5 Due gol al passivo anche oggi. E stavolta ha più di una colpa soprattutto in occasione della seconda rete di Sculli dove sbaglia completamente l'uscita.
Balzaretti 6.5 Nel primo tempo è devastante. Fa letteralmente impazzire il povero Scaloni con le sue continue incursioni sulla fascia. Nel secondo tempo cala inevitabilmente.
Bovo 5 Si fa trovare troppo spesso fuori posizione lasciando troppi varchi agli scaltri attaccanti biancocelesti.
Cassani 6.5 Inesistente nel primo tempo, fa tutto nella ripresa. Si impossessa della fascia destra servendo tantissimi cross ai compagni. Ma nessuno ne approfitta.
Munoz 5 Come i compagni di reparto, non è stato di certo impeccabile. Soffre tantissimo la maggiore corsa degli avversari arrivando troppo spesso in ritardo sul pallone.
Andelkovic 5.5 In bambola come tutta la difesa rosanero nel primo tempo. Viene sacrificato nella ripresa per lasciar spazio ad un uomo di impostazione in mezzo al campo.
Ilicic 5 Con questo Ilicic non si va lontano. Fa troppo poco considerando quello a cui ci ha abituato a inizio stagione.
Pastore 5 Idem come Ilicic. Sbaglia anche i passaggi più semplici, tenta le verticalizzazioni ma non azzecca un lancio. E' bene che si svegli se vuol veramente ambire ad altri palcoscenici.
Acquah s.v. Entra negli ultimi 15 minuti e può fare ben poco.
Nocerino 6 Se non altro da un minimo di parvenza di voler lottare. Ma è sempre sovrastato dai centrocampisti avversari.
Liverani 6.5 Da un minimo di senso al gioco del Palermo. Peccato che entra quando il match era ormai compromesso.
Migliaccio 5.5 Come tutta la squadra è apparso molto giù di tono. Poche anche le incursioni in avanti.
Paolucci 6 Sostituisce Hernandez al 69', facendo poco di più di quanto fatto dal compagno più "titolato".
Hernandez 5 Tenta il gol di tacco nel primo tempo. Poi il nulla. Cerca come può di portarsi avanti, ma non arrivano né si procura palle giocabili.
Allenatore: Cosmi 5.5 Era difficile ipotizzare che in 7 giorni facesse miracoli. Certo è che da un uomo di carattere come lui ci si aspettava che un minimo di verve in più la trasmettesse ai suoi ragazzi. Invece si è visto il solito Palermo degli ultimi tempi, stanco e privo di motivazioni.