Serie A: le pagelle di Juventus-Milan

2011-03-07 07:57:09
Pubblicato il 7 marzo 2011 alle 07:57:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Juventus-Milan, terminata 0-1

JUVENTUS
Buffon 5.5 Non semplice stabilire il confine tra sfortuna ed errore in occasione del gol di Gattuso che ha deciso l'incontro. La sfera ha sicuramente un rimbalzo anomalo ma la conclusione non era sicuramente imprendibile.
Barzagli 6.5 Il migliore tra i bianconeri. Domina sul gioco aereo e spesso anticipa Ibrahimovic, impedendo allo svedese di fare da sponda per i compagni, come nell'azione che ha dato i tre punti al Milan.
Chiellini 6.5 Ritorna a giocare da centrale e disputa la solita partita da gladiatore, sia in difesa che nelle incursioni in avanti. Uno dei pochi che lotta fino alla fine ma nella Juventus attuale, ancora una volta, non basta.
Bonucci s.v. In campo negli ultimi minuti, solo qualche duello fisico con Ibrahimovic.
Sorensen 5 Incerto, poco propositivo e spesso abbandonato da Krasic sulla corsia destra. Fatica contro Flamini quando il francese affonda e non offre mai la sensazione di freddezza vista in altre occasioni.
Traoré 5.5 Scende spesso sulla fascia sinistra ma i suoi cross, quasi sempre fuori misura, non sono mai pericolosi. Non sembra all'altezza di un campionato importante come la Serie A, anche se ha sicuramente margini di crescita.
Felipe Melo 5.5 Lotta contro Van Bommel e prova a centrare il bersaglio con qualche conclusione da fuori. Mira rivedibile, fatica contro il trio rossonero a centrocampo.
Marchisio 5.5 L'assenza di Aquilani lo porta nuovamente in mezzo al campo, dove la sua intelligenza tattica non può risolvere tutti i problemi della Juventus. Prova qualche spunto ma non salta praticamente mai l'avversario.
Krasic 5.5 Nel primo tempo è uno dei pochi ad alzare i ritmi, subendo diversi falli ma spesso accentuando le cadute. Assente in fase difensiva, poco decisivo quando si tratta di attaccare, cala nella ripresa quando invece la Juventus avrebbe dovuto cercare il pari.
Martinez 5 Confermato sulla fascia sinistra a centrocampo, conferma purtroppo anche il rendimento delle ultime partite, senza spunti degni di nota. Può davvero giocare nel 4-4-2 di Delneri?
Del Piero s.v. In campo negli ultimi dieci minuti. Troppo pochi per l'unico uomo a disposizione di Delneri in grado di accendere la partita.
Iaquinta 5 Viene gettato nella mischia per sfruttare la sua prestanza fisica nelle ripartenze. Tocca solo qualche pallone, senza mai entrare nel vivo del gioco.
Matri 5 Tanto movimento in avanti ma Nesta e Thiago Silva lo annullano completamente. Una girata terminata alto e poco altro. Il suo gol all'Inter tre partite fa è l'ultimo segnato dai bianconeri.
Toni 4.5 Fatica a restare in piedi fino alla sostituzione, passando la partita a fare a sportellate con Van Bommel e Thiago Silva e uscendone regolarmente sconfitto.
Allenatore: Delneri 4.5 Squadra molle, priva di idee e incapace di reagire quando va in svantaggio. L'impressione da fuori è che lo spogliatoio non lo segua, in attesa solo di sapere chi sarà il suo successore. Sicuramente lasciare in panchina Del Piero fino agli ultimi dieci minuti ha ben poche spiegazioni.

MILAN
Abbiati 6 Nessun intervento di rilievo nelle ultime due partite, un'ottima notizia per Allegri.
Jankulovski 6 Rispolverato dopo un lungo oblio, difende bene la sua zona soprattutto nel primo tempo, quando Krasic sembra l'unico in grado di creare pericoli.
Nesta 6.5 Le iniziative di Toni e Matri non sono certo irresistibili ma dalle sue parti passare è sempre difficile.
Thiago Silva 7 Prova superlativa, nonostante un attacco influenzale. Annulla completamente Toni e Matri, sia nel gioco aereo che quando avanzano palla al piede. La corsa scudetto del Milan non può prescindere dalla sua presenza al centro della difesa.
Boateng 6 Fa sentire la sua presenza alle spalle delle punte anche se non trova il tempo dell'inserimento in grado di fare male, come contro il Napoli. Un contrasto duro con Melo lo mette ko poco prima dell'intervallo.
Abate 6.5 Attento e determinato, controlla le avanzate di Traorè e non risparmia qualche discesa sulla fascia.
Flamini 6.5 Buona prova sulla fascia sinistra, impensierisce spesso Sorensen e dai suoi piedi parte il cross che Ibrahimovic manda alto dopo pochi minuti.
Seedorf 6.5 Entra dopo il gol del vantaggio e fa valere le sue grandi doti tecniche per congelare il possesso palla e vanificare la reazione della Juventus.
Gattuso 7 Solita partita generosa in mezzo al campo, premiata da un gol in parte fortunato. Il suo ultimo gol risaliva a tre anni fa, contro l'Atalanta. Questo assicura al Milan uno scatto forse decisivo verso lo scudetto.
Van Bommel 6 Chi dubitava dell'acquisto di questo olandese, non più giovanissimo, forse si sta ricredendo. Rimedia l'ennesimo cartellino giallo ma assicura la solita dose di grinta in mezzo al campo. Ad inventare e creare pericoli, ci pensano gli altri.
Ibrahimovic 6.5 Non segna ma continua a far segnare. Sua la sponda di petto che premia l'inserimento di Gattuso in occasione del gol-partita. Fondamentale nel tenere alta la squadra quando la Juventus prova ad attaccare. Mezzo voto in meno per il tap-in alto sul cross di Flamini che poteva mettere subito la partita sui binari rossoneri.
Cassano 5 Negli ultimi anni la Juventus è stata tra i suoi bersagli preferiti. Ha un'occasione per confermare la tradizione al 22' ma, dopo aver superato Traorè in area, manda incredibilmente alto a tu per tu con Buffon. Gioca dal primo minuto per il forfait di Pato ma la condizione è lontana dal top.
Robinho 6 Entra per Boateng durante l'intervallo ma non incide particolarmente sulla partita, girando attorno ad Ibra in attesa di una sponda.
Allenatore: Allegri 6.5 Il suo Milan viaggia diretto verso lo scudetto. Gruppo unito, che può contare su diversi campioni e riesce a sopperire alle assenze di giocatori importanti come Pirlo e Pato. Può centrare il titolo al primo tentativo.