Serie A: le pagelle di Inter-Genoa

2011-03-07 07:58:09
Pubblicato il 7 marzo 2011 alle 07:58:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Inter-Genoa, terminata 5-2

INTER
Julio Cesar 6 Non può nulla sui due gol, poi corre pochi rischi. Bravo in uscita su un cross pericoloso di Mesto
Ranocchia 6.5 Altra buona prestazione del centrale ex Genoa. Attento nel primo tempo su alcune chiusure su Palacio, bene anche nella ripresa con alcune sortite offensive sui corner
Nagatomo 6.5 Entra e realizza il primo gol in Serie A. Il giusto premio dopo una serie di buone prestazioni
Zanetti 6 Meno brillante del solito il capitano. Schierato a metà campo nel primo tempo non riescono le sue solite ripartenze, nella ripresa fa qualcosina in più
Chivu 6 Prova equilibrata del laterale rumeno. Nel primo tempo soffre un po' le discese di Palacio, ma nella ripresa complice la minor spinta gli prende le misure
Lucio 6.5 Bene in fase difensiva e anche in quella offensiva con le sue solite discese poderose
Maicon 6.5 Regala l'assist del pareggio a Pazzini. La solita buona partita di spinta sull'out di destra
Kharja s.v. Non lascia il segno quando scende in campo
Motta 6 Nel primo tempo come tutta la squadra soffre molto a metà campo. Nella ripresa prende le misure agli avversar
Stankovic 5.5 Partita opaca del serbo. Complice il risultato a fine primo tempo Leonardo lo sostituisce con Pandev per avere più spinta in attacco
Sneijder 6.5 Regala l'assist del 4-1 per Pandev. Nel primo tempo ci prova spesso da fuori senza buoni risultati, poi nella ripresa partecipa alla grande festa nerazzurra
Pandev 7 Dopo una serie di prestazioni non brillanti il macedone sembra essere tornato a buoni livelli. Realizza il gol del 4-1, è complice nel 2-1 di Eto'o e si muove molto bene in avanti
Pazzini 7 Non brillante il Pazzo, ma decisivo nel riaprire la gara con uno dei suoi soliti gol da attaccante d'area
Eto'o 8 Stratosferico. Trenta gol in stagione. Finte, accelerate e gol pesanti questo il pedigree del camerunese
Allenatore: Leonardo 7 Ancora una volta sbaglia l'approccio alla gara e la recupera scuotendo i suoi tra i due tempi. E' fortunato ad avere gli uomini giusti per farlo. Con questa vittoria ne ha ottenute 11 su 13. Un ottimo bottino

GENOA
Eduardo 4.5 Prende cinque gol. Sul secondo probabilmente il più importante è decisivo in negativo facendosi sfuggire la palla. Ancora una volta una prova negativa del portiere portoghese
Dainelli 6 Fa un gran primo tempo su Eto'o, nella ripresa invece non riesce a stargli dietro
Rafinha 5.5 Partita senza infamia e senza lode del terzino ex Schalke 04
Antonelli s.v. Sfiora un gran gol al volo sul finale
Moretti 6 Buon primo tempo su Pazzini, nella ripresa come tutta la squadra va un po' in bambola
Kaladze 5 Nella prima frazione di gioco tiene alto il suo reparto e lo comanda. Nella ripresa sbaglia sul primo e sul terzo gol dell'Inter e preclude quanto di buono fatto da lui e dalla sua squadra
Chico s.v. Entra a partita finita
Konko 6 Interpreta alla perfezione la sua posizione adattata a metà campo. Le azioni più pericolose partono dai suoi piedi. Decisiva la palla che libera la palla per il diagonale di Palacio. Nella ripresa cala come tutta la squadra
Mesto 5.5 Si fa anticipare da Eto'o sul gol del 3-1. Poi entra un po' in bambola. Sfiora il gol con un bel diagonale
Rossi 6 Ennesimo ruolo nella sua carriera. Viene schierato a sinistra a centrocampo. Limita bene le discese di Maicon
Kucka 5.5 Buone incursioni nel primo tempo. Nel secondo tempo si perde tra le trame dei centrocampisti di Leonardo
Boselli 6.5 Entra e realizza il primo gol stagionale. Unica soddisfazione in questa giornata buia
Paloschi 5.5 Qualche fuorigioco di troppo nel primo tempo e un gol sfiorato. Nella ripresa manca la gamba e viene sostituito
Palacio 7.5 Si fa trovare sempre pronto sull'out di destra nelle ripartenze. Rapido e preciso in occasio del gol, il quinto nella sua stagione. Nel finale regala anche l'assist per Boselli
Allenatore: Ballardini 5.5 Oggi in tribuna per squalifica. Gara dai due volti per la sua squadra. Mette in campo un ottimo Genoa nel primo tempo, poi invece subisce la legge del contrappasso e dopo la rimonta clamorosa realizzata sulla Roma stavolta è costretto a subirla ed esce fuori con le ossa rotte