Serie A: Lazio-Napoli, le pagelle

2013-02-10 08:00:10
Pubblicato il 10 febbraio 2013 alle 08:00:10
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Lazio-Napoli: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Lazio-Napoli, terminata 1-1.

LAZIO

Marchetti 7 Conferma l'ottimo periodo di forma: salva su Inler deviando sulla traversa, poi su Pandev. Sul gol di Campagnaro non può davvero nulla. Decisivo.
Dias 5.5 Ancora non appare sicuro, lontano dai suoi giorni migliori. La velocità di Insigne gli da del filo da torcere: lo stende e si becca il giallo.
Biava 6 Cavani gira al largo, Pandev non è in serata: compie una buona prova. Va a segno ma si trova in fuorigioco.
Radu 6 Parte bene, poi si spegne alla distanza, quando rimedia anche un'ammonizione che ne limita la verve.
Konko 6.5 Devastante nel primo tempo, quando firma anche l'assist perfetto per la rete di Floccari. Nella ripresa c'è Insigne ed è costretto a tirare il freno a mano.
Gonzalez 6 Gioca a tutto campo, ma spesso finisce col perdersi fra le linee. Prestazione comunque sufficiente.
Candreva 7 Grande prestazione per il centrocampista romano: ci prova fino all'ultimo, sforna assist al bacio, calcia a rete. A tutto campo.
Ledesma 6 Regista unico, tutti i palloni passano da lui. Si prende un giallo che lo costringerà a saltare la prossima sfida. Tanto fosforo a servizio della squadra.
Hernanes 6.5 Non era al meglio, ma la Lazio non può giocare senza il suo estro. Tanta tecnica in mezzo al campo, sembra sempre sul punto di combinare qualcosa di buono.
Cana s.v. Entra in campo nell'ultimo quarto d'ora.
Lulic 5.5 Entra per Mauri e la Lazio perde qualità: non sfigura, ma getta alle ortiche la palla del match point. Manca di lucidità.
Mauri 6 E' costretto ad abbandonare il campo per infortunio: la Lazio perde il suo capitano e carisma e dinamismo ne risentono.
Saha s.v. Pochi minuti per l'esordio in serie A.
Floccari 7.5 Il migliore in campo: segna un gran gol, prende un palo strepitoso e una traversa stilisticamente perfetta. Non fa rimpiangere Klose, più di così non può fare.

Petkovic 6.5 La Lazio gioca un primo tempo straordinario, a cento all'ora: i biancocelesti raccolgono meno del dovuto. Ai punti la sua squadra è la vincente.

NAPOLI

De Sanctis 6 Nonostante qualche incertezza riesce a chiudere in parecchie occasioni: graziato due volte dai legni sulle conclusioni di Floccari.
Gamberini 6 Prestazione senza infamia e senza lode: fa il suo compitino senza sfigurare. Nulla di più.
Campagnaro 6.5 Mezzo voto in più per il gol, bellissimo: crossare non è il suo mestiere, ma in difesa se la cava con esperienza.
Zuniga 5.5 Non male nel primo tempo, quando impegna severamente Marchetti. Crolla nella ripresa, finendo fuori dal gioco.
Cannavaro 5.5 Spesso in balia degli avversari, si perde l'uomo in più occasioni. Gara piuttosto svagata per il capitano partenopeo.
Mesto 5 Dopo una serie di buone prove incappa in una serata opaca: confusionario, non trova mai la giocata giusta. Fino alla sostituzione.
Inler 6 Pessimo primo tempo, si riscatta nella ripresa: prende la mira in più di un'occasione, quando trova la conclusione giusta Marchetti e la sfortuna gli negano l'eurogol.
Hamsik 6 Nel vivo del gioco per tutto l'incontro: parte da trequartista, poi retrocede di fianco ad Inler. Prova ad innescare le punte: duttile.
El Kaddouri 6 Ha il merito di sfornare l'assist su calcio d'angolo per il gol di Campagnaro.
Behrami 5.5 Primo tempo a far legna in mezzo al campo: più falli che recuperi, fino all'infortunio.
Cavani 6 Tanto cuore, da vero leader: prende una traversa clamorosa nel momento peggiore del Napoli, poi scende spesso a centrocampo per cercare la sfera. Non la sua prestazione migliore, ma è sempre Cavani.
Calaiò s.v. Poco più di dieci minuti: troppo pochi per meritarsi un voto.
Pandev 5 Il grande assente di serata: bisogna aspettare il 90' per vedere una conclusione degna del suo nome. Marchetti dice no.
Insigne 7 Il migliore del Napoli: nei primi minuti fatica a carburare, poi si sblocca e sgomma a tutto campo, duettando con Hamsik e creando superiorità numerica. Pedina importante.

Mazzarri 6 Se il Napoli si presenta nel peggiore dei modi è anche colpa sua: bravo poi a strigliare la squadra all'intervallo e coraggioso nel chiudere con quattro punte.