Serie A, Inter-Sampdoria: formazioni, diretta, pagelle. Live

2016-02-20 22:50:57
Pubblicato il 20 febbraio 2016 alle 22:50:57
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

L'Inter rialza la testa davanti a Mourinho e Ronaldo: i nerazzurri superano 3-1 la Sampdoria nel terzo anticipo della 26esima giornata. La banda di Mancini dimentica il ko di Firenze grazie alle reti di D'Ambrosio, Miranda ed Icardi; nel recupero arriva il gol della bandiera di Quagliarella. Ora il club di Thohir sale a quota 48, portandosi momentaneamente a -1 dalla Fiorentina. Per i blucerchiati la situazione resta critica: +3 sulla zona retrocessione (Frosinone).

Mancini non pensa agli ospiti di Moratti in tribuna ma propone un'Inter griffata 4-2-4, con Perisic e Biabiany larghi, lasciando Eder e Icardi in mezzo. Montella risponde con la coppia Alvarez-Correa dietro a Quagliarella. L'inizio è al piccolo trotto, lasciando spazio alla voce dei tifosi ringalluzziti dalla presenza di Ronaldo, ma soprattutto di Mourinho. Nella serata dei tanti ex è Ranocchia a provarci di testa su corner di Fernando, senza fortuna. Quagliarella è vivo e impegna la difesa con un paio di guizzi interessanti. A metà tempo D'Ambrosio la sblocca: corner di Brozovic, tocco di Murillo con la spalla che spalanca un'autostrada per il compagno. Zampata vincente, 1-0 e prima rete italiana in stagione per l'Inter e prima da nerazzurro in A per il difensore. Non c'è grande spettacolo a San Siro, la Samp s'inventa un paio di fiammate e sembra poter colpire, ma non succederà. Brozovic si becca un giallo: salterà la Juventus.

La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo: Perisic gira a vuoto, Eder si sacrifica ma gira lontano dalla porta. E così serve un altro angolo per il raddoppio. Di nuovo Brozovic, torre di Felipe Melo e incornata solitaria di Miranda per il 2-0: anche qui è un esordio del gol, contro una difesa colpevolmente assente. Il tris porta la firma di Icardi: brutta palla persa da Muriel, pasticcio di Ranocchia che apre un corridoio per l'argentino. Discesa in velocità, protezione di palla e sinistro chirurgico: gran gol (dell'ex) con esultanza. Quagliarella continua a provarci, e al 92' viene premiato da un bel tocco di Muriel su cui l'ex granata sfodera un gran destro che fulmina Handanovic per il 3-1 finale. L'Inter riparte e ritrova un pizzico di fiducia in vista della proibitiva trasferta della Juventus Stadium di domenica prossima, la Samp sprofonda. E nel prossimo turno arriva il Frosinone: è lo spartiacque di una stagione che in caso di sconfitta potrebbe trasformarsi in un incubo.