Serie A: Inter-Juventus, gol e highlights. Video

2013-03-31 10:00:41
Pubblicato il 31 marzo 2013 alle 10:00:41
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Inter-Juventus: cronaca, pagelle e tabellino

Finisce 2-1 a San Siro: la Juventus batte l’Inter nella 30.a giornata di campionato. Apre il match Quagliarella dopo tre minuti, pareggia Palacio al 54’, poi arriva il gol partita di Matri, che firma il definitivo sorpasso al 60’. Nel finale bruttissimo fallo di Cambiasso su Giovinco: rosso diretto per l’argentino. Juventus a quota 68, a +12 sul Napoli impegnato in serata col Torino. Inter ferma a 47, scavalcata dalla Lazio, vincente con il Catania.

Il match più atteso di giornata inizia sotto la pioggia, con una coreografia di pubblico degna delle grandi occasioni. Nell’Inter manca Juan Jesus, squalificato, nella Juventus non c’è Vucinic influenzato. Nella difesa nerazzurra c’è il ritorno di Samuel, mentre l’attacco bianconero è composto da Matri e Quagliarella. Proprio la punta di Castellammare di Stabia dopo 180 secondi si inventa un gran destro da venticinque metri: Handanovic non è esente da colpe e la palla si insacca in rete. Vantaggio juventino. Il match si accende subito, i ritmi sono alti: ci prova Palacio di testa, ma Buffon si supera. Replica Pirlo, con una bordata dal limite, su cui si oppone il portiere sloveno. Ancora Palacio di testa, poi Cassano tenta il colpo da biliardo da fuori area, ma di nuovo Buffon devia in corner. Partita aperta, l’Inter, nonostante lo svantaggio, è in partita.

La ripresa inizia con uno spento Alvarez in meno e un Guarin in più. Bastano 9’ all’Inter per trovare l’1-1: palla persa da Pirlo, Kovacic si accende e serve Cassano che trova a rimorchio Palacio. Grande freddezza dell’argentino e palla nel sacco. San Siro esplode, ma la Juve dimostra grande maturità e concentrazione: Quagliarella tiene vivo un pallone che sembrava destinato sul fondo, mette in mezzo per Matri che brucia Ranocchia e fulmina Handanovic. Al 60’ è 2-1 per i ragazzi di Conte. L’Inter si getta a testa bassa alla ricerca del pari. Ci prova Guarin, poi l’occasione più ghiotta è gettata alle ortiche da Cassano. Stramaccioni butta nella mischia Rocchi, ma non basta: la Juve controlla, senza soffrire più del dovuto. Finisce 2-1, con una vittoria meritata per i bianconeri.

Al 94’ brutto episodio, proprio in concomitanza del fischio finale: intervento killer di Cambiasso su Giovinco, Rizzoli vede tutto ed estrae il rosso diretto. L’argentino chiede subito scusa, ma le immagini evidenziano l’insensatezza della sua entrata, per di più a partita ormai conclusa. Fortunatamente il numero dodici bianconero abbandona il campo sulle sue gambe.