Serie A: Inter-Chievo 1-0, le pagelle

2016-02-03 23:45:42
Pubblicato il 3 febbraio 2016 alle 23:45:42
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Inter-Chievo, terminata 1-0.

INTER

Handanovic 6 Un paio di uscite e null'altro: passa una serata da spettatore.
Telles 6.5 Redivivo, specialmente nel primo tempo: il Chievo non attacca e lui ringrazia. Si vedere spesso e volentieri con cross e sovrapposizioni interessanti.
Juan Jesus 6 In campo nel finale, utile per blindare la difesa con il suo ingresso.
Murillo 6 Prova discreta, tiene a bada gli avanti del Chievo: un po' di apprensione nel finale ma se la cava.
Miranda 6 Un paio di sbavature alternate a qualche buona chiusura: ammonito, salterà il match con il Verona.
Nagatomo 6.5 All'inizio fatica a carburare, poi ingrana la marcia giusta: tanti cross (vedi traversa di Icardi), tanta spinta. Quando non c'è da difendere si fa trovare pronto.
Felipe Melo s.v. Dentro nel recupero, ingiudicabile.
Medel 6 Ringhia dovunque con la solita verve: tampona e riparte, seppur in orizzontale. Il solito Medel.
Kondogbia 5.5 Potrei ma non riesco: sempre troppo timido. Mancini lo carica invitandolo a tirare, ma i risultati sono negativi. Tende a fare il compitino, senza spunti.
Brozovic 6 Dopo la disastrosa prova nel derby si rialza: non una serata da urlo, ma quantomeno mette in mostra la sua tecnica.
Ljajic s.v. Una palla persa e nient'altro. Senza voto.
Eder 6.5 Tante accelerazioni e una voglia matta di mettersi in mostra: buona prova dell'ex blucerchiato. Seculin gli nega la gioia del primo gol nerazzurro.
Icardi 7 Il gol è decisivo, da rapinatore. Prende una traversa, viene bloccato in due occasioni da un super Seculin. Questo è l'Icardi che serve a Mancini.
Palacio 6 Sgomma e si sacrifica come ai bei tempi: fa spesso la giocata più intelligente, poi cala fino alla sostituzione. Esce comunque fra gli applausi. Generoso.

All. Mancini 6 Mancini guida la coppia Nuciari-Silvinho: passi avanti rispetto alle ultime uscite e la sensazione che Icardi e il 4-3-3 siano le caratteristiche su cui puntare. L'Inter non è ancora guarita, ma qualche indizio di ripresa c'è.

CHIEVO

Seculin 8 Prestazione strepitosa: tiene in piedi il Chievo parando qualsiasi cosa. Sempre reattivo, sempre attento e decisivo: capitola solo sul tocco ravvicinato di Icardi, ma lì non poteva proprio farci nulla.
Cesar 5.5 Costantemente in apnea, fa fatica contro Icardi e sugli inserimenti di Eder.
Costa s.v. Dentro nel finale per l'esordio in A, mette in mostra una buona personalità e tanta velocità.
Gobbi 5.5 Tiene botta come può, ma alla lunga è una gara difficile.
Frey 5.5 Soffre per tutto l'incontro, andando in difficoltà sugli affondi nerazzurri.
Spolli 6 E' l'ultimo a mollare, Seculin escluso. Ci mette una pezza quando può.
Pinzi 5 Inizia facendosi ammonire, prosegue vagando per il campo senza costrutto.
Radovanovic 5.5 Il centrocampo dell'Inter non è strepitoso ma lui fatica comunque: la palla ce l'hanno sempre gli avversari e gli tocca girare come una trottola.
Castro 5.5 Si fa subito ammonire e porta confusione nell'assalto finale. Poco utile alla causa.
Rigoni 6 Un paio di buone intuizioni ma poco altro. Nell'anonimato clivense riesce comunque a salvarsi.
Birsa 5.5 Una punizione calciata male e tanti errori in fase di impostazione: dovrebbe collegare la squadra alle punte ma il suo compito non gli riesce mai.
Mpoku 6 Probabilmente inserito prima avrebbe potuto mettere in difficoltà l'Inter: qualche spunto degno di nota e un paio di incursioni interessanti.
Inglese 5 Non la vede mai, stretto nella morsa di Miranda e Murillo finisce per soccombere.
Pellissier 6 Il vecchio leone si batte come un tempo: ha la palla buona nel finale ma la spreca. In ogni caso è l'unico che riesce a rendersi pericoloso.

All. Maran 5 Ok il mercato, ok le assenze, ma il suo Chievo si consegna all'Inter. Peccato che Seculin non fosse d'accordo: senza la serata di grazia del suo portiere il passivo avrebbe potuto essere davvero pesante.