Serie A: Frosinone-Udinese 2-0, gol e highlights. Video

2016-03-07 00:01:00
Pubblicato il 7 marzo 2016 alle 00:01:00
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Al Matusa il Frosinone batte 2-0 l’Udinese nella 28a giornata di Serie A e si porta a un solo punto dal Palermo quartultimo. Per i padroni di casa un gol per tempo con Daniel Ciofani e Blanchard. I Bianconeri, abulici e quasi mai pericolosi, ora rischiano di rimanere invischiati nella lotta salvezza.

Stellone sorprende tutti e abbassa Paganini a centrocampo, schierando la sua squadra con un 4-4-2 che punta molto sulla spinta degli esterni: il Frosinone azzanna subito la partita pressando alto e portandosi spesso a ridosso dell’area avversaria. Il gol arriva quasi subito, al 12^: scambio al limite della premiata ditta Dionisi-Daniel Ciofani e il numero 9 gialloblù calcia di destro all’angolino basso, dove Karnezis non può arrivare. La reazione dell’Udinese (che perde Felipe per infortunio) non c’è, nonostante le urla di Colantuono che prova a svegliare i suoi. Il Frosinone tiene il pallino del gioco e si rende pericoloso con due tiri alti di Dionisi e Ciofani. Da segnalare anche una conclusione di Paganini, che si libera al limite dell’area con una pregevole veronica ma conclude fuori. Le occasioni da gol per gli ospiti arrivano solo nel finale di tempo, grazie a Thereau e Ali Adnan. In entrambi i casi Leali si fa trovare pronto e porta il vantaggio fino all’intervallo.

In apertura di ripresa la musica non cambia: Frosinone arrembante e Udinese che fatica a costruire gioco, manovrando solo in orizzontale. Colantuono prima passa al 4-4-2 con Bruno Fernandes e Badu esterni, poi mette Matos al posto del ghanese per avere maggiore spinta sulla destra. Le migliori occasioni però sono sempre dei padroni di casa, pericolosi con Dionisi (destro respinto da Karnezis in tuffo) e con le staffilate mancine di Kragl. Al 60’ arriva anche il raddoppio: Pavlovic pennella con il sinsitro una punizione dalla destra e Blanchard incorna lasciando senza scampo Karnezis. I bianconeri sbandano, rischiano di prendere il terzo gol e non riescono in nessun modo a rendersi pericolosi. Inutile anche il cambio Perica-Thereau, con cui Colantuono prova a risollevare le sorti del suo attacco. Il Frosinone tiene palla senza scoprirsi fino alla fine e Leali è chiamato a intervenire solo su qualche cross velleitario.

Per i padroni di casa sono tre punti fondamentali, in attesa dello scontro diretto di Modena contro il Carpi nella prossima giornata. L’Udinese, dopo la vittoria sul Verona, torna a guardarsi alle spalle: sono solo 4 i punti di vantaggio sulla terzultima. E la prossima partita è contro la lanciatissima Roma di Spalletti.