Serie A: Fiorentina-Lazio 1-3, le pagelle

2016-01-10 08:00:00
Pubblicato il 10 gennaio 2016 alle 08:00:00
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Fiorentina-Lazio, terminata 1-3

FIORENTINA

Tatarusanu 6 Preciso negli interventi e senza colpe sui tre gol subiti.
Astori 5.5 Poco deciso in molte situazioni e sempre in difficoltà sulle iniziative di Candreva. Mezzo voto in più per il salvataggio su Milinkovic-Savic nel primo tempo.
Roncaglia 5.5 Subisce la rapidità di Keita per tutta la gara. Mezzo voto in più per il gol, sebbene inutile, trovato nel finale.
Rodriguez 5.5 Meno sicuro del solito nel guidare la difesa, senza però commettere particolari errori. Pasqual 6 Entra col piglio giusto e riesce a mettere un paio di cross pericolosi.
Alonso 5.5 Poco incisivo sia a sinsitra, nel primo tempo, che a destra, nel secondo. Ha però il merito di essere uno dei più pericolosi nel finale.
Borja Valero 5.5 Prova a inventare sulla trequarti, ma con poca lucidità. Forse soffre l'assenza del compagno di reparto Ilicic.
Blaszczykowski 5 Invisibile per tutto il primo tempo, Sousa lo sostituisce in avvio di ripresa.
Ilicic 5.5 In campo solo nell'ultima mezz'ora, non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Berisha.
Fernandez 5 Non riesce mai a entrare in partita. Non è un caso se le prime occasioni viola arrivano quando lascia il posto a Rossi.
Vecino 5.5 Più macchinoso del solito e pretenzioso in un paio di conclusioni dalla distanza.
Badelj 6 Il migliore del centrocampo viola fino alla sostituzione per infortunio.
Rossi 6 In venti minuti crea più pericoli di tutti i suoi compagni nei precedenti settanta. E pensare che dovrebbe lasciare la Fiorentina in queste settimane di mercato...
Kalinic 5.5 Lotta come suo solito, ma non riesce mai a essere incisivo.
Sousa 5.5 Oggi la sua Fiorentina non gira, complice anche l'assenza di Ilicic dall'inizio. Una squadra che ambisce al titolo, però, non può dipendere così tanto da un singolo per la qualità del proprio gioco.

LAZIO
Berisha 5 Chiamato in causa poche volte, riesce a commettere una papera incredibile che avrebbe potuto riaprire la gara nel recupero.
Konko 6 Ordinato in fase difensiva e propositivo nell'aiutare Candreva sulla destra.
Braafheid 6 Sostituisce l'infortunato Radu e fa il suo negli ultimi minuti.
Mauricio 6.5 Nel duello tutto fisico con Kalinic, è il braisliano a uscire vincitore. Anche con metodi non proprio ortodossi.
Radu 6 Gara di quantità sulla sinsitra, consetendo a Keita di essere esente da compiti difensivi.
Hoedt 6 Non fai mai girare l'avversario. E se serve il fallo, poco importa.
Candreva 6.5 Primo tempo sottotono, ma ripresa da grande contropiedista. Suo l'assist per il gol di Felipe Anderson.
Biglia 6 Dà ordine al centrocampo biancoceleste: si vede poco, ma è fondamentale.
Parolo 6 Non dà respiro ai centrocampisti viola, limitandone la fase di costruzione del gioco. Nel finale salva anche su un colpo di testa di Alonso.
Felipe Anderson 6.5 Tocca un solo pallone e lo mette alle spalle di Tatarusanu. Ecco spiegato il voto.
Milinkovic-Savic 6.5 Va vicino al gol nel primo tempo e lo trova nel recupero con una gran giocata nello stretto. Per il resto, sempre deciso e concreto a metà campo.
Matri 5.5 Rimpiazza Djordjevic e ne prosegue il lavoro sporco, anche se il gol sbagliato nel finale è imperdonabile per un attaccante come lui.
Keita 6.5 Oltre alla rete dell'1-0, è sempre una spina nel fianco per la difesa viola. Rapidità e qualità.
Djordjevic 6.5 Sgomita contro la difesa viola e confeziona l'assist per il gol del vantaggio. Lavora nell'ombra, ma lavora bene.
Pioli 6.5 Pressing alto per impedire alla Fiorentina di costruire e ripartenze rapide con Keita e Candreva. Una tattica che si dimostra vincente contro un avversario dei più difficili.