Serie A: Fiorentina-Inter 2-1, le pagelle

2016-02-14 23:51:30
Pubblicato il 14 febbraio 2016 alle 23:51:30
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Fiorentina-Inter, terminata 2-1.

FIORENTINA

Tatarusanu 6 Non può nulla sul gol di Brozovic, per il resto non deve compiere grandi interventi.
Astori 5.5 Sembra il meno sicuro del pacchetto arretrato, facendosi cogliere fuori posizione sul gol di Brozovic.
Roncaglia 6 Non è particolarmente impegnato: prestazione diligente.
Rodriguez 6 Tiene botta con l'esperienza: fa a sportellate con Icardi e ne esce quasi sempre vincitore.
Alonso 6 Partita senza infamia e senza lode: solita corsa in fascia, copre le spalle a Bernardeschi.
Tino Costa s.v. Dentro nel finale, ingiudicabile.
Borja Valero 7 Si trova meglio qualche metro più avanti ma stringe i denti: regista puro, si toglie lo sfizio del gol con un grande inserimento.
Ilicic 6 Sottotono. Non è il solito Ilicic ma a conti fatti le conclusioni più pericolose sono le sue. Inoltre sforna l'assist (deviato da Murillo) per il gol di Borja Valero.
Vecino 5.5 Prova non troppo brillante: fatica a verticalizzare l'azione, tendeno a scomparire nel centrocampo.
Tello 5 Tanto fumo e poco arrosto: prova ad accendersi senza fortuna, fino alla prematura sostituzione.
Bernardeschi 6.5 Primo tempo da dominatore, in cui sembra imprendibile con accelerazioni e conclusioni. Cala nella ripresa, ma è sempre vivo.
Babacar 7 Tre minuti ed è gol: al momento giusto nel posto giusto. Caparbio e decisivo.
Zarate 5.5 Trova lo spunto che porta al gol-vittoria, ma la presa per il collo a Murillo è ingiustificabile. Perché vanificare così una buona prova?
Kalinic 6 Corre, lotta ed è bagarre con Miranda-Murillo: lontano dalla forma migliore ma è un baluardo offensivo.

All. Sousa 6.5 La Fiorentina parte a mille, poi s'inceppa. Nella ripresa ritorna a macinare gioco, poi con gli innesti dalla panchina trova i tre punti, fondamentali. La Viola c'è e non si farà da parte.

INTER

Handanovic 6 Ottimi interventi per novanta minuti: poteva fare meglio sul tiro di Zarate, si supera sulla conclusione ravvicinata di Babacar, prima di capitolare.
Telles 5 Poco propositivo in avanti (quella che dovrebbe essere la sua caratteristica), poi lascia i suoi in dieci. Ed è un peccato mortale.
D'ambrosio s.v. Dentro per tappare la falla lasciata dal rosso a Telles. Ingiudicabile.
Murillo 5.5 Come Nagatomo colpevole sul gol di Babacar: alterna buone chiusure a qualche svarione. E sulla rete di Borja la spizzata decisiva è sua.
Miranda 6 L'ultimo a mollare della retroguardia: mette ordine quando può ma non riesce ad essere dappertutto.
Nagatomo 5 Pochissime discese, praticamente nullo in avanti. E poi si perde Babacar nel momento topico della partita (e per due volte). Non ci siamo.
Medel 5.5 Tanti passaggi in orizzontale, tanti all'indietro e con scarsa qualità: al cospetto di Borja emergono tutti i suoi limiti.
Kondogbia 5.5 Al triplice fischio il suo voto è 6,5: ma è assurdo farsi espellere a gara conclusa per proteste. Macchia una delle sue migliori prove con l'Inter con una grossa ingenuità.
Perisic 5.5 Questa volta non riesce ad incidere: un paio di spunti e poco altro.
Brozovic 6.5 Parte male, poi dopo il prezioso gol, sale in cattedra: è il momento migliore dell'Inter, che si affida alle sue giocate. Nella ripresa scende di tono, troppo solo.
Eder 5 Non la vede mai: avulso dal gioco, non crea nulla. Brutto passaggio a vuoto.
Icardi 5.5 Tocca pochissimi palloni, non tira mai. Soffre tantissimo e in solitaria.
Palacio 6.5 Trova l'assist per Brozovic, si spende in ripieghi importanti e finché regge l'Inter ha un'arma in più.

All. Mancini 5 Terza sconfitta del 2016: la sua Inter è crollata. Ora si trova a cinque punti dalla Champions, con il Milan distante soli due punti e pronto ad incalzarlo. Il secondo tempo, lasciato in mano alla Fiorentina, preoccupa parecchio.