Serie A, Comune di Genova: "Genoa-Milan si giochi alle 21"

2019-01-12 13:24:45
Pubblicato il 12 gennaio 2019 alle 13:24:45
Categoria: Serie A
Autore: Davide Grilli

La partita tra Genoa e Milan diventa un caso. Dopo la decisione dell’Osservatorio per le manifestazioni sportive di  anticipare l'incontro alle 15 per motivi di ordine pubblico, il match potrebbe essere giocato alle 21 come previsto originariamente. Questa la richiesta avanzata alla Lega di Serie A dal Comune di Genova per i problemi di traffico della città ligure e per lo sciopero del trasporto pubblico locale proclamato per quel giorno. Dopo il crollo del ponte Morandi dello scorso 14 agosto l'amministrazione comunale del capoluogo ligure aveva già chiesto alla Lega che non si giocassero più a Genova partite in giorni feriali e in orario di lavoro. Con questa motivazione il comune ligure aveva ottennuto lo slittamento dalle 17 alle 19 della gara di recupero tra Sampdoria e Fiorentina giocata il 19 settembre. 

Sul piede di guerra anche i supporter rossoblù che non hanno gradito la decisione di anticipare l'incontro minacciando di lasciare gli spalt vuoti, in particolare quelli della Gradinata Nord. “Non subiremo in silenzio. Non saranno esposti gli striscioni che abitualmente colorano lo stadio e sarà lasciato deserto lo spazio che occupiamo ogni gara. Siamo ostaggi della Lega Calcio, delle televisioni e degli osservatori vari, queste decisioni allontanano la gente dagli stadi", come si legge in un comunicato pubblicato dal tifo organizzato del Genoa. La palla passa ora alla Lega che dovrà prendere una decisione in merito all'orario in cui le due squadre dovranno affrontarsi lunedì 21 gennaio. A seconda dell'orario della partita tra Genoa e Milan, varierà anche il calcio d'inizio di Juventus-Chievo: se dovesse essere confermata la decisione di giocare alle 15, a Torino si giocherebbe alle 20.30. In caso opposto la Juventus scenderebbe in campo alle 19.00.