Serie A: Carpi-Milan 0-0, le pagelle

2015-12-07 08:01:22
Pubblicato il 7 dicembre 2015 alle 08:01:22
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Carpi-Milan, terminata 0-0

CARPI

Belec 7 Già molto attento sulle conclusioni di Bacca e Niang nella prima frazione, si supera nel finale quando sventa con un balzo felino l'inzuccata a colpo sicuro di Kucka. Decisivo.
Gabriel Silva s.v. Entra pochi minuti per alleggerire la pressione rossonera. Ingiudicabile.
Zaccardo 6 Esperienza al servizio di una squadra di lottatori. Guida spirituale.
Letizia 7 Partitone del terzino tuttofare degli emiliani. Spinge con costanza finché ne ha, ma quando invece c'è da difendere non si scompone e con grinta e tanto agonismo risolve molte situazioni scabrose. Miracoloso un suo intervento disperato su Bonaventura.
Gagliolo 6.5 Partita di grandissima attenzione. Il Carpi a volte dietro qualcosa lo concede, ma nel complesso contribuisce all'impresa degli emiliani dando tutto. Capitano morale.
Romagnoli 6 Soffre terribilmente su Niang che lo ubriaca più volte. Ma non molla mai e ne risolve tante. Direttore nel caos.
Di Gaudio 5.5 Non incide nonostante entri in una fase in cui il Milan qualche spazio forzatamente lo concede. Deludente.
Cofie 5.5 Avesse piedi più educati sarebbe un altro giocatore, ma sbaglia troppo anche per i suoi standard. Balbettante.
Lollo 7 Rischia il gol da raccontare ai nipotini, chiamando Donnarumma alla sua migliore parata da quando ha fatto il suo esordio in A. Poi gioca di mazza e ramazza ripulendo la metacampo rossonera di idee e costrutto. Fondamentale.
Pasciuti 6 Aiuta Zaccardo eppure riesce spesso, soprattutto nel primo tempo, ad andare ad aggiungersi a Lasagna e Borriello in fase offensiva. Costringe a lungo De Sciglio sulla difensiva, poi quando i suoi innalzano il fortino, lui lo puntella con sagacia. Sacrificio per un sogno.
Martinho 5.5 Ha sui piedi un buon pallone nel primo tempo ma lo spreca. Nel complesso convince poco in un Carpi che parla meglio l'italiano.
Mbakogu 6 Protegge palla, conquista un paio di falli versione bombola di ossigeno e prova una rovesciata che avrebbe fatto venire giù il Braglia. La cicca, ma si apprezza il coraggio.
Lasagna 6.5 Tralasciando il fatto che forse su di lui c'era rigore e fallo da ultimo uomo, resta il monumento a un calcio che regala sempre emozioni forti. Dalla Serie D a pareggiare contro il Milan in meno di un anno. Miracolato.
Borriello 7 Si sbatte e si carica la squadra sulle spalle come ai bei tempi andati. Fallisce il colpo del vantaggio nell'esaltante avvio emiliano, ma percorre chilomteri e lotta per tre. Gran partita.
All. Castori 7 Bel Carpi fino al 30'. Poi la squadra cala, ma i suoi ragazzi lottano fino all'ultimo secondo. Azzecca il tandem Lasagna-Borriello che mette in costante apprensione la retroguardia rossonera e non cessa mai di credere nei tre punti anche quando il Milan prende il sopravvento. Grinta e coraggio.

MILAN
Donnarumma 7 Superlativo su Lollo. Cresce di partita in partita. Fenomeno.
Romagnoli 6 Lasagna e Borriello sono due brutti clienti. Lui se la cava con le buone e con le cattive. Maturo.
Abate 6 Senza infamia e senza lode.
De Sciglio 5.5 In fase difensiva tutto ok, ma quando spinge fa il solletico.
Alex 5.5 Rischia grosso su Lasagna. Soffre l'intraprendenza del tandem con Borriello e raramente sembra sicuro. Chiude col fiatone. Graziato.
Bonaventura 6 Impreciso sugli innumerevoli calci da fermo che il Carpi concede. Il piede per una volta non riesce a stare dietro alle idee. Comunque volitivo.
Kucka 6 Se infilasse l'inzuccata finale, il voto lieviterebbe di conseguenza. Invece è Belec a prendersi i titoli. Urlo strozzato.
Montolivo 6 Non male in regia. Non soffre più di tanto il pressing forsennato del Carpi e riesce spesso ad avere in mano le redini del match. In crescita.
Cerci 4 Guardatevi gli errori ripetuti del primo tempo e poi diteci chi sembra arrivare dalla D. Lui o Lasagna?
Bacca 5 In 96' tira in porta una volta sola. 0 cattiveria, 0 mordente. Non approfitta della vena di Niang e prolunga la sua astinenza dal gol. Urge una sveglia.
Luiz Adriano 5.5 Perde il tempo e si fa chiudere dal rientro di Gagliolo su una ottima assistenza di Bonaventura. Poi reclama per un paio di trattenute in area ai suoi danni. Deluso e frustrato.
Niang 7 Di gran lunga il migliore del Milan. Tira, dribbla, cerca di assistere il dormiente Bacca. Crea scompiglio nella difesa del Carpi, ma alla fine non raccoglie quanto semina. Peccato.
All. Mihajlovic 5 Lasciare in campo questo Cerci per quasi 70' è una nefandezza di cui dovrebbe spiegare seriamente i motivi. Appena due vittorie in trasferta. Se il suo Milan difetta in personalità le colpe sono anche sue.