Serie A: Bologna-Napoli 3-2, le pagelle

2015-12-06 16:39:46
Pubblicato il 6 dicembre 2015 alle 16:39:46
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Bologna-Napoli: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Bologna-Napoli, terminata 3-2

BOLOGNA

Mirante 7 Lui, tifosissimo del Napoli, sfodera una prestazione super contro la squadra del cuore: due miracoli nel primo tempo su Callejon che valgono i tre punti
Masina 6.5 Sempre pronto a offrire copertura difensiva e proporsi in avanti per offrire una soluzione in più a Rizzo
Gastaldello 6 L'intesa con Maietta continua a crescere, ma quando di fianco c'è un Oikonomou così che ti aiuta a fermare il miglior attacco del campionato..
Mbaye 6 Entra sul 3-0 per i suoi, si limita a difendere il risultato
Rossettini 7 La sua zuccata vincente al 21' pesa come un macigno nell'economia finale del match
Oikonomou 6.5 Mandato al bar da Higuain al 90', ma è l'unico neo in una partita perfetta: si prende gli applausi del Dall'Ara dopo aver limitato per quasi tutto il match il miglior attaccante del campionato
Diawara 7 Devastante lì in mezzo, per le mezzali del Napoli il guineano è uno scoglio insormontabile: se poi ci aggiungi anche l'assist per l'1-0..
Pulgar s.v. Troppo poco in campo per meritarsi un giudizio
Rizzo 6.5 Che piacere vederlo danzare tra le maglie difensive della difesa azzurra: Hysaj e Albiol spesso possono solo prenderglli la targa
Taider 6 Francobollato a Jorginho gli toglie fiato e idee
Brighi 6 Entra nella ripresa, si piazza in mezzo al campo con l'obiettivo di frenare le offensive partenopee
Mounier 6 Spina nel fianco, ma ogni tanto si perde in giocate troppo ricamate: serve più concretezza
Brienza 7 Sulla carta il duello fisico con Allan sembrava una sfida persa in partenza, ma l'ex Palermo usa tecnica e velocità per avere la meglio sul brasiliano. E dal suo piede mancino scaturisce l'assist per il 2-0 di Rossettini
Destro 8 Nonostante la complicità di Reina (specialmente in occasione del suo secondo gol), la doppietta di oggi sembra il definitivo segnale di rinascita dell'attaccante marchigiano dopo il periodo buio vissuto a inizio campionato. L'aria della provincia comincia a giovargli
Donadoni 7.5 Il suo arrivo ha rigenerato una squadra in salute che aveva perso però fiducia nella propria guida tecnica: prosegue la striscia d'imbattibilità in casa, e fermare la capolista con un primo tempo perfetto è una bella rivincita per lui.

NAPOLI
Reina 4.5 Per una parata salva risultato contro l'Inter, l'ex Liverpool al Dall'Ara piazza una papera e mezza che spiana la strada al successo felsineo. Peggior apparizione in stagione per lui
Maggio 5.5 Entra sul 3-0 senza regalare spunti degni di nota
Hysaj 5 Soffre da matti le sfuriate di Rizzo
Ghoulam 6 Prova a tenere a bada in qualche modo Mounier
Koulibaly 5.5 Il Destro odierno è un cliente scomodo da marcare, e in questo frangente ne soffre anche lui
Albiol 5.5 Pescato a sfogliare la margherita in occasione dell'1-0 di Destro
Jorginho 5.5 Raddoppiato sistematicamente da Taider e Diawara, che lo costringono al compitino piuttosto che alla giocata volta a scardinare la difesa rossoblu
Hamsik 6 Ok l'assist per il 2-0 di Higuain, ma lo slovacco soffre ancora di troppi passaggi a vuoto durante il match
Allan 6.5 Il più positivo del centrocampo azzurro: il brasiliano miscela palle recuperate a inserimenti sistematici
David Lopez 5.5 Entra a un quarto d'ora dalla fine cercando di partecipare all'assalto finale
Mertens 5 Buttato nella mischia per provare a cambiare le cose, ma il belga non lascia traccia del suo passaggio
Higuain 6.5 Una doppietta che serve solo ad aggiornare le statistiche. In tre minuti fa vedere di essere capace di ribaltare qualsiasi partita con il solo talento
Callejon 5 Prima del gol dovrebbe ritrovare la fiducia in se stesso: insicuro
Insigne 5.5 Al Dall'ara si è rivisto l'Insigne della scorsa stagione: a tratti prevedibile e spesso troppo egoista nel cercare la soluzione personale.
Sarri 5.5 Forse la stanchezza, forse la sorpresa di vedere un Bologna così ficcante, ma oggi qualcosa non ha funzionato: il suo Napoli perde la vetta in favore dell'Inter, e i segnali di un possibile passo falso si erano visti già nel secondo tempo del San Paolo contro i nerazzurri