Serie A, Atalanta-Empoli: formazioni, diretta, pagelle. Live

2016-02-08 09:33:10
Pubblicato il 8 febbraio 2016 alle 09:33:10
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Pareggio senza reti a Bergamo tra Atalanta ed Empoli, che mettono in scena un buon primo tempo e una ripresa più sottotono. La squadra di Reja torna dunque a fare punti dopo la sconfitta contro il Verona, mentre quella di Giampaolo ottiene il secondo pari consecutivo, il quarto nelle ultime cinque partite.

Partono decisamente meglio gli ospiti, che sfiorano il gol già all’8’, quando, su un lungo lancio di Laurini, c’è un’incomprensione tra Sportiello e Masiello, che, di fatto, lasciano la palla a Zielinski che, a pochi metri dalla porta vuota, manda incredibilmente a lato con l'esterno sinistro, forse sorpreso dall’involontario regalo dei difensori avversari. Al 16’ è invece Toloi a rischiare l’autorete, sfiorando il palo con una deviazione di testa su un corner di Paredes.

La prima occasione per gli uomini di Reja arriva invece al 24’: Pinilla si libera sulla sinistra e crossa al centro, dove Gomez si coordina col mancino e calcia al volo di interno, ma manda alto dal limite dell'area piccola. L’Atalanta cresce con l’andare dei minuti e alla mezz’ora è decisivo Skorupski, che chiude tempestivamente con un’uscita bassa su Pinilla, che si era involato palla al piede centralmente. I padroni di casa tornano a pungere al 36’, quando Gomez ruba palla sulla sinistra e guida il contropiede, per poi verticalizzare in area per Kurtic, che calcia di prima intenzione col mancino, ma trova una grande risposta in tuffo di Skorupski, che fa terminare la prima frazione sul risultato di 0-0.

Nella ripresa sono di nuovo i toscani a iniziare meglio e andare vicinissimi al gol al 52’, quando Paredes inventa un lungo lancio perfetto per Saponara, che controlla bene in area e, nel rimpallo con Toloi, riesce a calciare col destro a tu per tu con Sportiello, ma colpisce il palo alla sinistra del portiere, già fuori causa. Le risposte atalantine arrivano al 61’ con Diamanti, che ci prova col mancino dal vertice destro dell'area, ma manda la palla alta di poco, e al 67’ con Gomez, che va vicino al gol con un tiro-cross, reso insidioso dalla deviazione un difensore avversario.

Con l’andare dei minuti, probabilmente anche per stanchezza, le due squadre abbassano i ritmi e sembrano adagiarsi sul risultato di parità, come dimostra l’assenza di occasioni da rete nella seconda parte della ripresa. Dopo tre minuti di recupero, la gara termina così col risultato di 0-0, un pareggio comunque positivo per entrambe le squadre che consolidano dunque una posizione di classifica assolutamente tranquilla in ottica salvezza.