Serie A: Atalanta-Bologna 2-0, le pagelle

2016-03-20 15:19:48
Pubblicato il 20 marzo 2016 alle 15:19:48
Categoria: Pagelle Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Atalanta-Bologna, terminata 2-0

ATALANTA

Sportiello 6.5 Determinante nel secondo tempo con due parate: la prima su Floccari, la seconda su una deviazione velenosa nello specchio di Masiello su un cross dalla sinistra.
Masiello 6 Sfiora l'autorete nella ripresa con una deviazione sfortunata, si fa vedere qualche volta anche in fase offensiva.
Dramé 6.5 Padrone della fascia sinistra, specie in fase difensiva: riesce a contenere bene Rizzo e Mounier, subentrato nella ripresa
Raimondi 6 Entra nella ripresa e non fa particolari errori.
Paletta 6.5 Mantiene sempre la posizione e fa partire l'azione in maniera rapida.
Stendardo 6 Nel primo tempo è preciso nelle chiusure, nella ripresa in un paio di situazione si fa sfuggire Floccari.
Gomez 7.5 Crea enormi problemi alla difesa di Donadoni con continue incursioni e il gol che sblocca il match, oltre a determinare le due espulsioni di Mbaye e Gastaldello.
Diamanti 7 Uno dei migliori degli orobici: lotta e vince contrasti, è determinante sull'1-0 regalando a Gomez un pallone da spingere in rete.
Migliaccio 6 Entra nel finale e dopo pochi secondi commette fallo in gioco aereo su Brighi: combatte fino alla fine.
Kurtic 5.5 Schierato in modo inedito avanzato rispetto alla linea dei centrocampisti, fa il "compitino" e Reja lo toglie nel finale.
Cigarini 6.5 Prestazione maiuscola a centrocampo: quantità e qualità da parte del mediano che ripaga la fiducia di Reja
D'alessandro s.v. Pochi minuti per lui: Reja lo fa entrare al posto di Gomez, concedendo la standing ovation al fantasista
De Roon 6 Ordinato sia in fase difensiva che in quella offensiva, non fa giocate spettacolari.
Pinilla 6 Sbaglia il rigore e un'altra clamorosa occasione, ma crea gli spazi con movimenti e regala l'assist per il raddoppio di Diamanti, anche se con un fallo non ravvisato da Giacomelli.

All. Reja 6.5 Primo tempo equilibrato, ma la sua squadra tiene meglio il campo e sfrutta le occasioni. Nella ripresa riesce a gestire bene il risultato a parte dieci minuti nella fase iniziale.

BOLOGNA
Mirante 7 Evita che il passivo sia più pesante nel finale parando il rigore di Pinilla e su un tiro da distanza ravvicinata dello stesso cileno.
Masina 6 A pochi minuti dal suo ingresso, la sua squadra resta in inferiorità numerica e si chiude virtualmente il match
Morleo 5 Preferito a Masina, non ha la stessa precisione dell'esterno sinistro titolare in zona d'attacco e lascia qualche buco di troppo in difesa
Gastaldello 4.5 Saltato da Diamanti sul primo gol, procura il rigore intervenendo in ritardo su Gomez e viene espulso poco dopo per doppia ammonizione.
Maietta 5 Perde diversi duelli con Pinilla e non legge al meglio i movimenti di Diamanti nella sua zona.
Mbaye 5 Gomez lo fa impazzire sulla sua fascia, lui lo contiene solo a tratti e nel finale si fa espellere per un brutto fallo ai suoi danni.
Diawara 5.5 Non riesce ad arginare gli inserimenti avversari e a proteggere al meglio la difesa
Giaccherini 6 E' l'unico che crea pericoli, attraverso la manovra. Viene ammonito nel secondo tempo per una simulazione.
Rizzo 5 Non salta mai nell'uno contro uno Dramè: un passo indietro rispetto alle ultime uscite.
Brighi 6 La sua grinta non basta agli emiliani per non soccombere nella zona mediana del campo
Mounier 5.5 Subentra a Brienza, non cambia le sorti del match: troppo impreciso nelle giocate.
Brienza 5 Poco preciso sia nei calci piazzati sia nella manovra: Donadoni lo cambia dopo il primo tempo.
Acquafresca 5.5 Ultima mezz'ora anonima per l'attaccante che prende il posto di Rizzo.
Floccari 5 Lotta contro i due centrali difensivi dell'Atalanta, spreca la prima occasione nella ripresa a tu per tu con Sportiello.

All. Donadoni 5.5 Le sue scelte stavolta non sono felici: forse la mancanza di motivazioni incide sulla flessione della sua squadra delle ultime settimane, che gioca discrete partite ma non ha la cattiveria per segnare. Il vero problema infatti rimane l'attacco.