Brio: "La Juventus non ha bisogno di un top player"

2013-03-04 10:27:49
Pubblicato il 4 marzo 2013 alle 10:27:49
Categoria: Serie A
Autore: Fabio Codebue

Parole dolci per la sua Signora. Sergio Brio, difensore della Juventus tra il 1978 e il 1990 e poi vice allenatore fino al '94 con Trapattoni, fa i complimenti ai bianconeri e al loro tecnico, ormai padroni da quasi due anni della serie A: "Titolo ipotecato dopo la gara del San Paolo? No, dalla prima giornata - dichiara l'ex calciatore a Radio Anch'io LoSport -. Faccio i complimenti a Conte perché fa un gioco innovativo. Pressa al momento giusto, attacca con continuità ma non trascura la fase difensiva: non gioca da squadra italiana".

Brio, che in serie A ha giocato solo con la maglia della Juventus, è convinto i bianconeri non abbiano bisogno del tanto agognato top player: "Matri-Vucinic è un'ottima coppia e ci sono anche le riserve - aggiunge su Radio Uno -: vedo tagliato fuori Quagliarella dall'arrivo di Anelka. Il top player della Juve è Andrea Pirlo, il suo trasferimento dal Milan ha cambiato gli equilibri del campionato". Infine una battuta sulla seconda e terza forza della serie A: "Il Napoli è discontinuo, non può ancora puntare allo Scudetto - conclude Brio -. Il Milan si è ripreso grazie anche ad Allegri, ma paga un girone d'andata disastroso".