Sci, Mondiali 2013, Moelgg: "Podio storico"

2013-02-15 17:04:30
Pubblicato il 15 febbraio 2013 alle 17:04:30
Categoria: Sport invernali
Autore: Redazione Datasport.it

"Sono molto emozionato, l'obiettivo della prima manche era quello di rimanere a contatto con i mostri sacri del gigante e ci sono riuscito". Queste le parole di Manfred Moelgg, medaglia di bronzo nel Gigante ai Mondiali di sci di Schladming (Austria). "Nella seconda manche sapevo di dovere rischiare e l'ho fatto. Ho sbagliato tantissimo in cima dove ho fatto un errore stupido - ha commentato il finanziere di San Vigilio di Marebbe -, però sentivo che i piedi andavano comunque e mi sono detto di rimanere concentrato perché avrei potuto recuperare. Dopo quattro quarti posti in stagione, stavolta la fortuna è stata dalla mia parte. E' incredibile, di solito sono abbastanza agitato prima della gara, stavolta invece ho riposato bene. Fare un podio a Schladming è incredibile, qui si fa la storia dello sci".

Dopo un argento e un bronzo arrivati in slalom nel 2007 ad Are e nel 2011 a Garmisch, questa è la terza medaglia conquistata in carriera dall'azzurro. Sul gradino più alto del podio lo statunitense Ted Ligety (2'28"92 2), al terzo oro dopo quelli conquistati in Supercombinata e SuperG, seguito dal beniamino di casa austriaca Marcel Hirscher a 0"81. Manfred Moelgg, distanziato di 1"75 4 dall'americano, ha riportato l'Italia sul podio nel Gigante dopo l’oro conquistato da Tomba in Sierra Nevada nel 1996. Solo quarto il norvegese Svindal, a 4 centesimi dall'azzurro.