Sci, Mondiali 2013: il gigante femminile in diretta. Live

2013-02-14 14:38:39
Pubblicato il 14 febbraio 2013 alle 14:38:39
Categoria: Sport invernali
Autore: Redazione Datasport.it

PODIO FINALE

1a Tessa Worley (FRA)
2a Tina Maze (SLO)
3a Anna Fenninger (AUT)

Ore 14.36
Dopo la discesa delle migliori 30 ecco la situazione in classifica delle italiane: la migliore è Manuela Moelgg con l'11mo posto, Irene Curtoni non va oltre il 14mo posto. Niente medaglie per le azzurre.

Ore 14.34 Tessa Worley conquista la medaglia d'oro, la francese precede la slovena Tina Maze di 1"12, terza Anna Fenninger.


Ore 14.32 Kathrin Zettel a rischio medaglia, per ora è terza.

Ore 14.28 Anna Fenninger chiude seconda a soli sei centesimi dalla Maze, autrice di una gara super soprattutto nel muro finale.

Ore 14.25 Tocca a sua maestà, Tina Maze, deve recuperare molti decimi, ma può farcela. E ce la fa, si conferma la migliore al mondo, infliggendo 1"16 all'Hansdotter.

Ore 14.22 La Hansdotter beffa tutte, è lei al comando, mancano però le migliori tre della prima manche.

Ore 14.20 La Gagnon fa scendere dal possibile podio la slovena Drev, al momento sarebbe argento per la canadese

Ore 14.18 Sara Hector esce subito di scena, fatale un errore in avvio di gara

Ore 14.10 E' il turno di Lara Gut, ottima la sua prova, è davanti a tutte con 64 centesimi di vantaggio

Ore 14:03 E' davanti la tedesca, con 31 centesimi sulla Moelgg

Ore 14:02 Ora però inizia il bello con Maria Riesch

Ore 13:59 E' dietro la Poutiainen, è dietro di 71 centesimi: la Moelgg ha fatto un ottimo muro finale

Ore 13:58 Si entra nel vivo con le prime 15, tocca alla Poutiainen

Ore 13:57 E' davanti Manuela, con 75 centesimi di vantaggio sulla Bertrand e un tempo di 2'11"39

Ore 13:56 E' il momento di Manuela Moelgg, sedicesima dopo la prima manche

Ore 13:55 Male Julia Mancuso che chiude soltanto settima, brutta prova per la statunitense

Ore 13:53 Molto bene anche la francese Marion Bertrand, che passa al comando con 4 centesimi sulla Hronek

Ore 13:50 Passa al comando la tedesca Hronek con 14 centesimi di vantaggio

Ore 13:46 Si avvicina al tempo della Pietilae-Holmner solo la giapponese Hasegawa, che è seconda per 5 centesimi

Ore 13:38 Molto interessante la discesa della svedese Pietilae-Holmner, che potrà senza dubbio recuperare molte posizioni

Ore 13:31 Incredibile, la russa Astapenko cade in prossimità del traguardo ma fa comunque registrare il suo tempo

Ore 13.30 La prima a partire sarà la russa Astapenko. Via

Ore 13.29 E' pronta a partire la seconda manche del Gigante femminile

Ore 10,50 Questa è la classifica provvisoria della prima manche del Gigante femminile ai Mondiali di Schladming
1. Worley (Fra) in 1:04.90
2. Zettel (Aut) +0.52
3. Fenninger (Aut) +0.85
4. Maze (Slo) a +1.09
5. Shiffrin (Usa) +1.65
    Hansdotter (Sve) +1.65
7. Gagnon (Can) +1.88
8. Hector (Sve) +1.90
9. Lindell-Vikarby (Sve) +1.91
10. Gut (Svi) +2.03
11. Rebensburg (Ger) +2.07
12. CURTONI (Ita) +2.10
13. Drev (Slo) + 2.38
14. Hoefl-Riesch (Ger) +2.44
15. Poutiainen (Fin) +2.55
 

Ore 10.45 Sono scese le prime 30. Visto lo stato della pista e il valore internazionale di chi deve ancora scendere, la gara è sostanzialmente chiusa almeno per le prime 3-4 posizioni. Altre 109 atlete al via, nessuna azzurra. Questo il bilancio delle 4 italiane: Dodicesima Irene Curtoni con un ritardo di 2 secondi e 10 centesimi, sedicesima Manuela Moelgg a 2'57'', ventiquattresima Denise Karbon a 4'33''. Uscita Nadia Fanchini che era la migliore delle nostre fino al secondo intermedio. Appuntamento alle 13.30 per la seconda manche.

Ore 10.37 La Moelgg arriva al traguardo, ma il ritardo è di 2'57'' che le vale soltanto il quindicesimo posto

Ore 10.35 La Fanchini stava andando forte, viaggiava con 76 centesimi di ritardo al secondo intermedio, ma è scivolata. Fuori. Delusione per l'azzurra più in forma

Ore 10.33 Gravissimo errore della Karbon che arriva al traguardo con 4'33'' di ritardo. Mancano ancora due azzurre al via: Nadia Fanchini e Manuela Moelgg

Ore 10.30
Ottima discesa con il pettorale 16 della statunitense Shiffrin che si piazza al quinto posto a 1,65. Ora la Karbon.

Ore 10.29 Riepiloghiamo la classifica dopo le prime 15: al comando la francese Worley, la seguono due austriache. La Zettel a 52 centesimi e la Fenninger a 85. Quarta Tina Maze a un secondo e 9 centesimi. L'azzurra Curtoni per ora è nona con un ritardo di due secondi e 10 centesimi

Ore 10.24 La Gut conclude a 2 secondi e 3 centesimi dalla Worley e si piazza al settimo posto proprio davanti alla nostra Curtoni. Tocca all'austriaca Kirchgasser, ma, già in grave ritardo, esce sul muro finale tra la delusione del pubblico di casa

Ore 10.22 Scende la Goergl: 3 secondi e 20 di ritardo. Siamo al pettorale 13, con il 17 attendiamo Denise Karbon. Ora Lara Gut

Ore 10.20
Due secondi e 55 centesimi di ritardo per la finlandese: ora i distacchi sono tutti enormi. I due secondi e spiccioli di ritardo potrebbero valere alla Curtoni addirittura un posto a ridosso delle prime 10 dopo la prima manche.

Ore 10.17 Niente da fare per la Mancuso che incassa oltre due secondi di ritardo. Con il pettorale numero 10 ora la finlandese Poutiainen

Ore 10.15
Un secondo e 65 centesimi di ritardo anche per la Hansdotter dalla francese Worley che ha sfruttato alla grande il pettorale numero uno e la pista vergine per rifilare a tutte un distacco notevole. Vediamo ora la statunitense Mancuso.

Ore 10.13 Scende la svedese Lindell-Vikarby, quinta con un distacco di 1,91 dalla francese Worley. Ora un'altra svedese, Hansdotter

Ore 10.11
Malissimo Irene Curtoni che incassa 2 secondi e 10 centesimi di ritardo, sesta sue sei atlete al traguardo

Ore 10.09 La Rebensburg commette una lunga serie di errori e accumula un ritardo di oltre due secondi. Ora la prima azzura, Irene Curtoni.

Ore 10.08 La Zettel contiene il ritardo in 52 centesimi e si piazza al secondo posto provvisorio. Ora la tedesca Rebensburg

Ore 10.06 Prova sottotono della campionessa slovena in difficoltà sul tracciato tecnico: alla fine il ritardo dalla Worley è di 1 secondo e 9 centesimi. Ora tocca all'austriaca Zettel. Il pubblico si scalda

Ore 10.04 Delusione per il pubblico austriaco: la beniamina di casa chiude con 85 centesimi di ritardo dalla francese. Ma ora tocca alla Maze

Ore 10 Partita la francese Tessa Worley: 1'04''90 il tempo finale. Ora tocca alla Fenninger

Ore 9.58
Pista molto difficile: ghiacciata e con un tracciato complesso: ne uscirà una gara per sciatrici molto tecniche.

Ore 9.55 Tutto pronto a Schladming per la prima manche del Gigante femminile. A differenza di discesa e SuperG, nelle gare tecniche ovviamente tutte le migliori scendono con numeri di pettorale bassi. La prima al via sarà la francese Worley, seguita dall'austriaca Fenninger e dalla superfavorita di oggi, la slovena Tina Maze. I pettorali delle azzurre: Curtoni col 6, Karbon col 17, Nadia Fanchini col 21 e Manuela Moelgg con il 24

Arriva il momento delle gare tecniche ai Mondiali di Schladming di Sci alpino: si  parte oggi con il gigante femminile, per proseguire domani con quello maschile. Dal 16 si passa ai pali stretti: sabato lo slalom donne e chiusura domenica con lo slalom degli uomini.

Il gigante di oggi, alle 10 la prima manche e alle 13,30 la seconda, ha una favorita d'obbligo, la slovena Tina Maze dominatrice della coppa del mondo. Le sue principali avversari appaiono la tedesca Rebensburg e l'austriaca Fenninger, con possibile sorpresa della francese Worley. Poche chance di podio per le 4 azzurre al via: Irene Curtoni, che scenderà con il pettorale numero 6, Denise Karbon (17), Nadia Fanchini (21) e Manuela Moelgg.

Segui e commenta il Gigante femminile in diretta a partire dalle 10