Russia 2018, qualificazioni: errori e cuore, l'Italia ribalta la Macedonia

2016-10-09 23:24:29
Russia 2018, qualificazioni: errori e cuore, l'Italia ribalta la Macedonia
Pubblicato il 9 ottobre 2016 alle 23:24:29
Categoria: Nazionali
Autore: Redazione Datasport.it

Incredibile e pazza Italia. Gli azzurri di Ventura vincono 3-2 in Macedonia e volano al primo posto nel Girone G in compagnia della Spagna che vince 2-0 in Albania. Partita di una sofferenza indicibile quella andata in scena all'Arena Filippo II di Skopje: chiuso il primo tempo avanti 1-0 grazie al primo gol in Nazionale di Belotti, l'Italia accusa un clamoroso blackout in avvio di ripresa e va sotto 2-1 nel giro di due minuti, tra il 57' e il 59'. Buffon evita l'1-3, poi nel finale ci pensa Ciro Immobile: prima pareggia al 75', poi firma il successo al 92'. Sul 2-2 annullata una rete regolare a Parolo.

Nel primo tempo l'Italia rischia grosso sulle ripartenze della Macedonia: al 18' Nestorovski prova a sorprendere Buffon con un gran destro che si stampa sulla traversa. Ma improvvisamente, al 24', gli azzurri sbloccano il risultato: corner di Bernardeschi e destro al volo di Belotti che festeggia nel migliore dei modi la sua prima partita da titolare in azzurro. Ci si aspetta che l'Italia chiuda la gara nella ripresa ma, dopo un buono spunto di Immobile, ecco il patatrac: Verratti regala palla a Nestorovski che punta l'area azzurra e trova l'angolino basso con un destro rasoterra. Passano due minuti ed ecco il 2-1: serie di rimpalli al limite dell'area, la palla arriva ad Hasani che scarica un destro potentissimo trafiggendo ancora Buffon, stavolta non impeccabile. L'Italia sembra sparita dal campo e al 71' il portiere azzurro si riscatta con un miracolo su colpo di testa da due passi di Mojsov.

E' la svolta perché, quattro minuti dopo, la Nazionale pareggia. Verratti pesca in profondità per Candreva che mette in mezzo di prima intenzione per Immobile, la cui deviazione di sinistro si infila nell'angolino basso. E' il gol del 2-2 e l'inerzia della partita cambia: la Macedonia va in tilt e la squadra di Ventura crea occasioni a raffica. Segna anche un gol, al minuto 89, con Parolo che vola altissimo e di testa anticipa Bogatinov: l'arbitro annulla per un fuorigioco che, però, è inesistente. Ma gli azzurri insistono e al 92' trovano il gol che vale tre, pesantissimi punti: Candreva pennella un pallone morbido sul secondo palo dove Immobile, di testa, trafigge Bogatinov. La gioia dell'attaccante della Lazio e di tutti gli azzurri è incontenibile. L'Italia c'è, ma quanta sofferenza.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it