Rugby: storica impresa Italia, Sudafrica battuto 20-18

2016-11-19 17:34:25
Rugby: storica impresa Italia, Sudafrica battuto 20-18
Pubblicato il 19 novembre 2016 alle 17:34:25
Categoria: Rugby
Autore: Redazione Datasport.it

L'Italia fa la storia: per la prima volta dopo dodici sconfitte nei precedenti incontri gli azzurri battono 20-18 il Sudafrica nel test match al Franchi di Firenze. Un'autentica impresa quella del XV di O'Shea, capace di mettere sotto pressione un avversario sì in crisi di identità (sei sconfitte nelle ultime sette uscite), ma comunque quarta forza mondiale alle spalle di All Blacks, Inghilterra e Australia. Decisive le mete di Van Schalwyk e Venditti e i calci di Padovani e Canna.

Piove al Franchi di Firenze, ma mai giornata per i colori azzurri del rugby sarà più luminosa di questa. Dopo la batosta contro gli All Blacks nel test match di sabato scorso all'Olimpico (68-10 il risultato in favore della Nuova Zelanda), la giovane Italia di O'Shea rialza infatti la testa e compie l'impresa di battere il Sudafrica per la prima nella propria storia. Nel fango che dovrebbe esaltare la fisicità degli Springboks, gli azzurri si trovano a meraviglia e lottano come leoni: Habana porta subito in vantaggio le antilopi, Lambie non trasforma e allora l'Italia coglie al volo la prima occasione di mettere la testa davanti con una meta di Van Schalkwyk trasformata da Canna dopo una splendida maul.

Il Sudafrica non ci sta e al 17' è controsorpasso con De Allende che sfrutta la superiorità a largo (Lambie stavolta trasforma il 12-7). Gli attacchi Springboks sono devastanti, l'Italia difende alla grande respingendo anche 19 fasi consecutive e al 30' il calcio da metà campo di Padovani fissa il risultato sul 10-12 con il quale si va a riposo. In inferiorità numerica per un giallo a Fuser gli azzurri subiscono solo un calcio (10-15), quindi Venditti fa esplodere il Franchi al 56' schiacciando in meta (trasformata Canna) l'ovale dopo una touche confusa per il 17-15. La pressione fa male al Sudafrica, Jantjies sfrutta il fuorigioco di Parisse per riportare il XV gialloverde in avanti (17-18), ma Canna risponde centrando i pali per il 20-18. Ci sarebbe il tempo per un'altra meta azzurra all'80' annullata dopo il TMO: non importa, l'Italia ruba l'ultima touche e mette il pallone in cassaforte celebrando il primo storico successo sul Sudafrica e l'inizio di un nuovo corso che, dopo i match con All Blacks e Springboks, sembra finalmente promettere bene.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it