Italia, Morisi: "Grande clima, sono a disposizione"

2016-02-24 18:03:07
Pubblicato il 24 febbraio 2016 alle 18:03:07
Categoria: Rugby
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato allo stadio Olimpico arriva la temibile la Scozia e l'Italia è carica e vuole fare bene nella terza giornata del Sei Nazioni di rugby 2016. Nel gruppo azzurro da lunedì c'è anche Luca Morisi, centro del Benetton che aveva saltato i Mondiali 2015 in Inghilterra per un grave infortunio al ginocchio proprio nell'ultimo test col Galles. Il milanese sta bene, sta tornando in forma e Treviso ha infilato due successi in Pro 12.

Un buon segnale per Morisi che ha portato una bella dose di serenità nel ritiro dell'Acqua Acetosa dove lunedì ha festeggiato 25 anni: "Io sono qui dopo sei mesi e non ho nessuna pretesa se non quella di mettermi al servizio della squadra. Per il resto ho trovato il clima di sempre, come se non me ne fossi mai andato. E' bellissimo lavorare con questo gruppo". Sulla squadra ha detto: "Adesso ci sono un sacco di ragazzi con qualità importanti in ogni reparto. Tipo gli ultimi arrivati Castello e Bellini, che hanno un'ottima confidenza col gioco alla mano e possono mettere a frutto le loro abilità in attacco".

L'Italia di Brunel va a caccia della prima vittoria dopo le sconfitte con Francia e Inghilterra anche se non sarà semplice superare gli 'Highlanders'. "Secondo me la Scozia è fortissima, compatta, solida. Sarà un match molto duro, soprattutto per primi cinque uomini. Con Inghilterra e Galles hanno perso pagando caro i pochi errori. Loro hanno trequarti veloci nel gioco alla mano, ma noi abbiamo le nostre carte da giocare e l'abbiamo dimostrato. Quello che ci manca è la continuità e la capacità di mantenere il livello alto di gioco per 80 minuti. Non siamo lontani. Possiamo giocarcela", il pensiero di Morisi.