Roma, Spalletti: "Dzeko out col Sassuolo, Totti in forse"

2016-02-01 13:44:21
Pubblicato il 1 febbraio 2016 alle 13:44:21
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Col Sassuolo non ci sarà Dzeko, Maicon e Totti in dubbio". Esordisce così in conferenza stampa Luciano Spalletti in vista della sfida che attende la Roma a Reggio Emilia. Il tecnico giallorosso entra poi nel dettaglio: "Dzeko ha preso una grossa botta e non sarà della partita, sarebbe rischioso usarlo. Maicon anche ha un problema che va gestito, oggi si è aggiunto Totti che ha dolore al gluteo. Lo stanno valutando, spero che il capitano stringa i denti ma è dovuto uscire prima che iniziasse l'allenamento per un dolore acuto".

Spazio poi all'analisi della sfida col Sassuolo con parole dolci indirizzate a Eusebio Di Francesco, suo team manager ai tempi della prima esperienza alla Roma e ora tecnico degli emiliani: "Ha reso più bello il nostro calcio, insieme a Fiorentina, Empoli e Napoli ha alzato l'asticella della qualità. Ciò che sta facendo è sotto gli occhi di tutti, posso fargli solo i complimenti. Già da team manager era allenatore, mi cambiava formazione ogni tanto".

Il successo col Frosinone deve servire come trampolino di lancio per la prosecuzione della stagione: "La vittoria di sabato ci può far considerare le altre sfide delle finali. E' stato fondamentale, ma resta la tensione di dover vincere tutte le altre e ti manda alla prova successiva".

Infine un punto sui nuovi arrivati: "Perotti può darci un contributo, sa interpretare più posizioni, è un giocatore offensivo e fa piacere averlo a disposizione. Anche Zukanovic, in base alle nostre situazioni attuali sanno interpretare più ruoli e fanno comodo. Noi ne abbiamo bisogno, il nostro mercato è chiuso qui perchè non possiamo fare altro. Sono contento dei giocatori che ho a disposizione, la rosa è completa. El Shaarawy ha fatto una buona prestazione e ha fatto anche goal, rischierarlo titolare domani non è un rischio. La testa è fondamentale. Se avesse toppato, in uno stadio storico come l'Olimpico, sarebbe stato rischioso. Si può riutilizzare".