Roma, Spalletti: "Alla pari col Real, ce la giochiamo"

2016-02-16 13:19:28
Pubblicato il 16 febbraio 2016 alle 13:19:28
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

La carica di Luciano Spalletti. Alla vigilia del difficile ottavo di finale di Champions League contro il Real Madrid, il tecnico giallorosso dimostra di credere nella qualificazione: "In gare del genere non ci sono favoriti - le sue parole -. Le mie scelte saranno volte a sfruttare al meglio quel 50 % di possibilità di passare il turno che abbiamo. Cristiano Ronaldo? Non farò gabbie, non vado a dire ai miei giocatori che ne servono tre per fermarlo".
 
Insomma, Spalletti non ha paura e ci crede davvero. Del resto i risultati dell'ultimo periodo sono incoraggianti e anche l'Olimpico mercoledì sera tornerà ad essere una bolgia come ai vecchi tempi (50mila gli spettatori previsti). "De Rossi è recuperato, lunedì si è allenato bene e mi aspetto che ribadisca anche nell'allenamento odierno. Di sicuro sarà convocato. Dzeko in campo? Devo riflettere. L'allenatore ha a disposizione più tattiche da adottare: i nostri calciatori devono essere forti e formare una squadra forte. Ho due possibilità: giocare con un attacco di movimento o uno più fisico - spiega Spalletti -. Mi prendo le ultime ore per decidere".
 
La mente di tutti i tifosi giallorossi va al 2008, quando agli ottavi Totti e compagni riuscirono ad eliminare proprio le Merengues: "La Roma del 2008 era una squadra rodata, aveva uno stile di gioco riconosciuto dai calciatori e un sistema che aveva già prodotto risultati. Ora siamo sulla buona strada, mi sono arrivate delle buone risposte e ora servono conferme. E' una gara importante per trovarle". Chiusura sull'apporto del pubblico della Roma: "I miei giocatori daranno più delle ultime partite, perché sanno che mercoledì la Curva Sud sarà piena. Non c'è cosa peggiore, per la conformazione dell'Olimpico, che giocare senza l'apporto del proprio pubblico".