Roma, Garcia: "Lavorando duro usciremo dalla crisi"

2015-12-04 13:09:47
Pubblicato il 4 dicembre 2015 alle 13:09:47
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

La Roma deve dare un segnale forte per uscire da questo momento difficile dopo le sconfitte con Barcellona e Atalanta e la conseguente protesta dei tifosi. Alla vigilia del difficile match col Torino Rudi Garcia dice: "Dal momento negativo si esce lavorando durissimo come abbiamo fatto da domenica. Serve risultato subito. Mi aspetto i miei giocatori dare tutto, lottare, essere combattivi".

Il tecnico francese commenta poi la decisione della squadra di riunirsi a cena la sera prima del ritiro: "Un segnale molto positivo, una prova di unità che aiuta la coesione. Mi piace perchè solo restando uniti arriveremo al nostro obiettivo, che è tornare a fare subito risultato". Garcia è concentrato sulla sfida dell'Olimpico e per ora non pensa allo spareggio di Champions contro il Bate Borisov: "Io considero solo la partita di domani, il resto non mi interessa".

Sulla formazione non scioglie le riserve, nemmeno sulla questione portieri e il dualismo tra Szczesny e De Sanctis: "Abbiamo due giocatori forti, con caratteristiche diverse. Ho fiducia in loro, dobbiamo essere tutti al nostro livello migliore per fare dei risultati. Gervinho è guarito, anche Castan sta bene, sono tutti pronti. Ci mancano Totti e Salah, Maicon squalificato e gli infortunati di lungo termine". Infine Garcia risponde a chi parlava di mancanza di impegno e leadership nella Roma: "Ma senza cultura del lavoro non si finisce secondi in Serie A per due anni di fila... Ho letto delle cose su Totti e De Rossi: sono due grandi campioni e due grandi uomini, non sono campioni del Mondo così a caso. E ovviamente in questa rosa e in questo spogliatoio la leadership non manca".