Roma, Di Francesco: "Col Cska ci siamo ritrovati. Le altre ci temano"

2018-10-27 14:21:25
Roma, Di Francesco:
Pubblicato il 27 ottobre 2018 alle 14:21:25
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Michele Nardi

Dopo la grande notte di Champions di martedì la Roma si rituffa sul campionato. E a Napoli ci sono punti importanti in palio per poter ritornare in zona Champions League. “Loro sono in ottima condizione sotto tutti i punti di vista -ha detto Di Francesco in conferenza stampa-. Noi invece ci siamo ritrovati in Europa contro il Cska ma mi fa rabbia pensare di aver bisogno di schiaffi per dare risposte importanti”.

E se la Roma si ritrova nelle notti importanti, altrettanto non si può dire per la condizione fisica dei suoi leader: “De Rossi e Kolarov sono migliorati -ha ammesso Di Francesco-. Kolarov si è allenato e questa è la cosa importante mentre Daniele ha giocato in Champions, vedremo di cercare di recuperarlo almeno per la panchina mentre Florenzi dovrebbe essere disponibile”.

Ma ora l’allenatore giallorosso non vuole più cadute: “Più si fanno capitomboli e più c’è il rischio di non rientrare in Champions. Dobbiamo essere bravi a non sbagliare. Oggi il Napoli dimostra di esserci superiore perché ha più punti. L’anno scorso pure, ma noi siamo andati in semifinale. Se sarà superiore stabilmente, però, lo dirò più avanti quando ci sarà una crescita e quando troveremo continuità. Il Napoli è una squadra forte ed oggi è l’antagonista della Juventus. Trasmette più sicurezza e continuità di risultati, insieme all’Inter”.

Gli avversari devono temere la Roma: “Dobbiamo essere bravi a ricercare la continuità che tanto ci sta mancando e abbiamo delle occasioni. Una di esse è quella di domani, che può permetterci di ridurre il distacco. Noi abbiamo più margine di crescita, loro si sono stabilizzati anche nelle situazioni tattiche. I nostri rivali non sanno mai che squadra possono trovarsi. Possiamo fare belle prestazioni e poi perdere la testa. La Roma è una squadra imprevedibile, che va benissimo come qualità se è finalizzata a fare male, ma non dal punto di vista della prestazione”.

Lo sguardo si sposta sugli avversari. Insigne è il pericolo pubblico numero 1: “È molto bravo ad interpretare le varie situazioni di ruolo in base a come si comporta la linea difensiva, è in grande condizione e potrebbe metterci in difficoltà: è da cerchiare in rosso”. Un commento anche su Ancelotti, da sempre molto stimato da Di Francesco: “Mi piace Carlo come si pone e come gestisce il gruppo. Se i calciatori parlano bene di lui, è un segno. Dal punto di vista della gestione e dei modi di fare mi piace tantissimo. Mi piace scoprire come gestisce in momenti della stagione determinati calciatori. Infatti chiedo spesso a chi posso per avere informazioni”.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it