Roma, Bradley: "In Italia devi sempre migliorarti"

2013-03-07 12:04:26
Pubblicato il 7 marzo 2013 alle 12:04:26
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Michael Bradley è una delle più belle rivelazioni di questa stagione travagliata della Roma. Il centrocampista statunitense, arrivato in estate dal Chievo, è ormai un punto fermo della mediana giallorossa. In un'intervista rilasciata al sito socceritalia.info, Bradley parla così della sua squadra: "Diciamo di essere una squadra in grado di giocare per la Champions League - spiega -, per il campionato. La Roma è uno dei più grandi club del mondo in una delle più grandi città del mondo. C'è pressione dall'esterno e dall'interno. C'è la volontà, la voglia e il desiderio di avere un team di successo. Ogni volta che scendiamo in campo ci si aspetta la vittoria".

Bradley non nasconde però che il tifo giallorosso è molto esigente: "Il tempo per stare lì fermo ad autoincensarsi non c'è. Devi sempre migliorarti, cercare di salire un altro gradino della scala, e per questo la scelta di venire a Roma è stata ottima da tutti i punti di vista - continua -. Ogni giorno cerco ancora di migliorare sempre più. Abbiamo avuto troppi alti e bassi. Ma adesso entriamo nel momento più importante della stagione, e ci vogliamo sentire come la squadra con l'obiettivo di andare avanti il più possibile. C'è molta fiducia nella qualità del team. Parte del processo di crescita è fare in modo che quella qualità si trasformi in punti in classifica e maggiore continuità"

Una considerazione, infine, sulla nazionale statunitense, allenata da un grandissimo del calcio europeo, Jurgen Klinsmann: "Ci spinge a giocare ai livelli più alti - conclude -. Senza spinta e determinazione è difficile per chiunque diventare un vero calciatore".