Real: Mourinho \"Aggressione? Non ho visto niente\"

2011-03-06 08:05:55
Pubblicato il 6 marzo 2011 alle 08:05:55
Categoria: Notizie Liga
Autore: Redazione Datasport.it

C'era tanta attesa oggi per conoscere la versione di Josè Mourinho su quanto avvenuto a La Coruna. Nell'ultima trasferta in terra galiziana, infatti, il tecnico madrileno avrebbe rischiato di essere ferito probabilmente con un coltello che invece ha colpito un agente della sicurezza del Real Madrid. Nella conferenza stampa odierna Mou non dà importanza più di tanto all'accaduto: "La questione è chiusa, non c'è storia - ha detto - siamo arrivati a La Coruna, dove c'erano molte persone in aeroporto, come al solito. Abbiamo avuto la stessa protezione che ha sempre la squadra, non una protezione dalle aggressioni, ma dalla passione, e non mi è successo assolutamente niente. Se è successo qualcosa, è qualcosa che non ho visto - continua il tecnico -. Mi è stato detto due giorni fa che uno degli uomini della sicurezza aveva qualcosa nella zona laterale della spalla, che gli era stato procurato con qualcosa di appuntito. Non so nulla di più, non voglio sapere e non ho paura".

Intanto, in vista della trasferta di Santander, Mourinho ha ammesso che l'assenza di Ronaldo è pesante. "E' troppo importante per il club, inutile dire il contrario, saremmo ipocriti. Ma abbiamo altri giocatori motivati a dare il meglio e dunque non cambiano i nostri obiettivi". Tra i suoi possibili sostituti non ci sarà certamente Kakà, che rimarrà ancora una volta fuori e lo farà finchè non ritroverà la forma migliore. E' questo il patto che era già trapelato e che è stato confermato dallo stesso Mourinho: "Mi hanno informato che ha un dolore che limita l'agilità dei suoi movimenti. Lui non è felice se non è al massimo e così si è deciso che è meglio che torni quando starà bene".

Un pensiero Mou lo riserva anche per il suo omologo al Barcellona, Pep Guardiola, alle prese con un'ernia al disco che forse gli impedirà di andare in panchina e seguire il Barca nei prossimi giorni. "Spero che non debba operarsi - ha detto Mourinho - e che tutto si risolva rapidamente. La cosa importante è che la persona stia bene".