Real Madrid, il tiro al bersaglio di Cristiano Ronaldo

2016-02-29 16:17:37
Pubblicato il 29 febbraio 2016 alle 16:17:37
Categoria: Notizie Liga
Autore: Redazione Datasport.it

La sconfitta nel derby con l'Atletico e il gap che aumenta col Barcellona hanno alzato la tensione nel luna park del Real Madrid. Un clima talmente teso che Cristiano Ronaldo ha preso le cinque "lattine" colpevoli, le ha posizionate su una mensola immaginaria e ha iniziato il suo personale tiro al bersaglio. Secondo l'analisi di Marca, in cima alla lista dei responsabili individuati da CR7 ci sarebbe l'ex allenatore Rafa Benitez: "Stiamo pagando un precampionato fatto nel modo sbagliato - sono le parole del portoghese al termine della stracittadina -. Ma la squadra sta sicuramente meglio di com'era in precedenza".

Il nome dell'ex tecnico, che è stato sollevato dall'incarico due mesi fa, non viene fuori. In compenso Ronaldo fa il nome di qualche compagno giudicato da lui non all'altezza di certe situazioni: "Per vincere una competizione lunga e impegnativa come la Liga, serve una rosa adeguata - ha dichiarato sabato scorso -. Voglio bene a tutti, ma se al posto di Bale e Benzema giocano Lucas e Kovacic la differenza si vede". E se proprio Bale e Benzema sono fuori per guai fisici, di qualcuno dovrà pur essere colpa: "Non so se è solo sfortuna, sta di fatto che è dall'inizio della stagione che abbiamo tanti infortuni".

Insomma, dopo Benitez, rosa inadeguata e medici, nel mirino di CR7 ci finisce pure l'odiata stampa: "Vi piace raccontare le mie prestazioni nel modo sbagliato - ha dichiarato -. Se tutti giocassero come me, saremmo primi. I numeri non mentono, guardate le mie statistiche: è molto semplice". Il quinto e ultimo proiettile è per il club: "Non c'è una ragione specifica per la nostra crisi, non capisco il perché, ma forse in estate c'era bisogno di altro". A pistola scarica, Ronaldo guarda il suo risultato: anche stavolta ha fatto l'en-plein, forse però - almeno in questa circostanza - sarebbe stato meglio mordersi la lingua.