Premio Facchetti a Donadoni: "Fiero di essere rimasto a Parma"

2015-11-16 13:04:13
Premio Facchetti a Donadoni:
Pubblicato il 16 novembre 2015 alle 13:04:13
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Il bello del calcio 2015" risponde al nome di Roberto Donadoni. Il tecnico bergamasco si aggiudica la decima edizione del Premio Facchetti, grazie soprattutto all'impeccabile comportamento mantenuto la scorsa stagione sulla panchina del Parma. "Tutte le esperienze arricchiscono, io ho preso le cose positive - afferma in Gazzetta dello Sport l'attuale allenatore del Bologna, che poi fa una dedica particolare -. Questo riconoscimento è per tutto il popolo ombra che lo scorso anno, come me, ha continuano a lavorare con serietà nonostante una situazione estrema".

"La cosa più facile da fare era scappare in fretta, ma sarebbe stato da vigliacchi - aggiunge Donadoni -. Io sono fiero di essere rimasto a Parma e come me lo deve essere tutto lo staff, giocatori e dipendenti che hanno seguito la strada per la dignità". L'allenatore, tra l'altro condivide con Facchetti la città natale: "Di Giacinto ho un bellissimo ricordo, mi colpiva il suo modo di essere e apparire. Forse a Bergamo certi valori sono accentuati - scherza il tecnico, pronto a voltare pagina -. A Bologna ho portato me stesso, tutte ciò che ho vissuto. C'è tanto da lavorare, ma sono convinto che l'obiettivo sia alla nostra portata".

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it