Premier: urlo Arsenal, Chelsea sempre più giù

2015-10-24 18:43:52
Premier: urlo Arsenal, Chelsea sempre più giù
Pubblicato il 24 ottobre 2015 alle 18:43:52
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

L'Arsenal vince e vola in vetta mentre il Chelsea si ferma ancora nella decima giornata di Premier League. I Gunners battono 2-1 l'Everton con gol di Giroud e Koscielny e conquistano il bottino pieno non senza soffrire visto che i Toffees accorciano con Barkley e nel finale Lukaku colpisce la traversa. I Blues di Mourinho invece crollano 2-1 in casa del West Ham che sale al terzo posto. Vince anche il Leicester di Ranieri, 1-0 sul Crystal Palace.

Con la vittoria contro i campioni in carica, il West Ham colleziona i tre punti che gli permette di toccare quota 20 in classifica: a Boleyn Ground apre le marcature una vecchia conoscenza del calcio italiano, Mauro Zarate. L'ex Velez al minuto 17 spedisce in rete di potenza il calcio d'angolo di Payet sul quale pasticcia la difesa del Chelsea: non può nulla Begovic, che si fa infilare sul suo palo. Al 44' i Blues rimangono in inferiorità numerica per doppia ammonizione a Matic, ma nella ripresa al 59' hanno la forza per reagire e trovare l'1-1 grazie alla zampata in mischia di Cahill. Diego Costa e compagni sembrano quindi in grado di limitare i danni, ma al 79' ecco arrivare la doccia fredda. Terry, nel tentativo di spazzare, serve Cresswell, che col mancino rimette subito in mezzo per Carroll, con l'ex Liverpool bravo a far valere il fisico su Azpilicueta e battere di testa Begovic. Al triplice fischio il Chelsea si ritrova con soli 11 punti in classifica, scavalcato anche dal Watford che batte 2-0 lo Stoke di Shaqiri. Non fa più notizia il Leicester, ormai abituato a stare ai piani alti della classifica: al King Power Stadium i Foxes collezionano il quinto successo stagionale grazie al capocannoniere della Premier, Jamie Vardy. La squadra di Ranieri liquida così il Crystal Palace e raggiunge momentaneamente il Manchester United a quota 19. West Bromwich corsaro in casa del Norwich (1-0), mentre l'Aston Villa consolida il penultimo posto in classifica dopo l'ottavo ko in campionato, che arriva per mano dello Swansea: al Villa Park finisce 2-1 per gli uomini di Monk.
 

Succede tutto nel primo tempo all'Emirates, con i Gunners che passano al 36' grazie ad un caldissimo Olivier Giroud: dopo aver deciso la sfida di Champions con il Bayern Monaco, l'ex Montpellier si ripete anche contro l'Everton, prolungando in rete una punizione tagliata di Ozil. Nulla da fare per Howard, battuto sul tempo. Quinta rete in campionato per l'attaccante francese. Gli ospiti dimostrano di aver studiato male gli schemi da calcio piazzato degli avversari, perchè due minuti dopo aver incassato il primo gol sono costretti a capitolare nuovamente. La punizione dal limite stavolta è messa in mezzo da Santi Cazorla, con Koscielny che sbuca a pochi metri dalla linea di porta e trova il colpo di testa vincente. Sembra in discesa per gli uomini di Wenger, ma al 44' esatto i Toffees accorciano sul 2-1, grazie al terzo gol in campionato di Ross Barkley.

L'attaccante classe '93 porta a spasso tutta la difesa dei Gunners prima di spedire la sfera alle spalle di Cech, tradito dal terreno bagnato e dalla deviazione involontaria di Gabriel. Nella ripresa le due squadre sparano le cartucce rimanenti nei minuti di recupero, con un palo colpito da Ozil al minuto 89 che precede un contropiede mal sfruttato dall'Everton: Lukaku si allunga troppo il pallone e si fa anticipare sul più bello dalla scivolata provvidenziale di Gabriel, che sigilla il 2-1 finale. Per l'Arsenal è il terzo successo consecutivo in campionato che vale il primo posto provvisorio a quota 22 punti, in attesa di sapere come si comporteranno City e United nel derby di Manchester.

 

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it