Premier: poker City, il Leicester rallenta

2016-01-16 20:45:22
Pubblicato il 16 gennaio 2016 alle 20:45:22
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

Dopo tre clean sheet consecutivi, il Leicester incassa gol e deve accontentarsi dell'1-1 in casa del fanalino Aston Villa, nella 22.a giornata di Premier. La squadra di Ranieri resta in testa a +1 sul Manchester City, vittorioso 4-0 sul Crystal Palace grazie alla doppietta di Aguero, e sull'Arsenal, che contro lo Stoke però può mettere la freccia. Si salva infine il Chelsea, che pareggia 3-3 con l'Everton grazie al colpo di tacco di Terry al 97'.

Grande entusiasmo al Villa Park dove il fanalino di coda sogna di affondare la capolista e bissare così il successo col Crystal Palace: l'avvio in realtà non è incoraggiante per i padroni di casa, messi male in difesa e perforati dai movimenti di Vardy. Prima (14') il portiere Bunn entra dritto sull'uomo fuori area e si prende il giallo (28'), poi resta a metà strada e il bomber lo supera con un pallonetto: grande parata in arretramento, ma arriva Okazaki che non sbaglia il tap-in. Il Leicester prima dell'intervallo potrebbe anche raddoppiare: Cissokho respinge in area con un braccio il tiro di Mahrez, ma l'algerino dal dischetto calcia centralmente. Nella ripresa la squadra di Ranieri appare più pigra, così l'Aston Villa si rigetta in avanti e ad un quarto d'ora dalla fine trova il pari con un'azione personale di Gestede viziata da un fallo di mano: al triplice fischio i Foxes hanno più che un rimpianto.

Tutto facile per il Manchester City che a Etihad Stadium schianta 4-0 il Crystal Palace e riprende la sua marcia dopo lo 0-0 casalingo con l'Everton. Per i citizens sblocca il risultato Delph al 20', poi si scatena Aguero che prima dell'intervallo realizza con un destro da fuori mentre al 68' fa tris insaccando a porta vuota l'assist di De Bruyne. All'84' il Kun si traveste da uomo assist e serve a Silva il pallone del 4-0. Conserva il quarto posto il Tottenham che, dopo la sconfitta interna col Leicester, si rifà battendo 4-1 il Sunderland penultimo. In svantaggio per la rete di Van Anholt, gli Spurs pareggiano prima dell'intervallo con Eriksen che insacca a porta vuota dopo una respinta del portiere. Nella ripresa la squadra di Pochettino sorpassa con un bel sinistro ad incrociare di Dembele e poi dilaga con Eriksen, doppietta, e Kane, che fa 4-1 su rigore.

Pirotecnico pareggio 3-3 a Stamford Bridge tra Chelsea e Everton, match in cui succede tutto nella ripresa. I Blues di Hiddink si trovano sotto 2-0 al 56' dopo l'autorete di Terry e il gol di Mirallas su traversone di Baines ma i padroni di casa reagiscono e in due minuti pareggiano: al 64' Diego Costa brucia Jagielka, salta Howard e insacca a porta vuota, poi al 66' è Fabregas a realizzare di destro dopo un bel triangolo con lo stesso Costa. L'Everton non ci sta e al 90' torna davanti con Rogelio Funes Mori che insacca in acrobazia sul traversone di Deulofeu che scavalca Courtois. Sembra finita ma al 97', nell'ultimo dei 7 minuti di recupero, il Chelsea trova il definitivo 3-3 con Terry che segna di tacco capitalizzando la torre di Oscar. Nelle altre gare il Southampton batte 3-0 West Bromwich con doppietta di Ward-Prowse, il Newcastle ritrova la vittoria battendo 2-1 il West Ham ed esce dalla zona retrocessione e il Bournemouth supera 3-0 il Norwich.