Premier: City incompiuto, il pari va bene al Leicester

2015-12-30 08:00:17
Pubblicato il 30 dicembre 2015 alle 08:00:17
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

Continua la favola del Leicester che, nel posticipo della 19esima giornata di Premier League, pareggia 0-0 al King Power Stadium con il Manchester City e torna in vetta alla classifica agganciando l'Arsenal a quota 39. La squadra di Ranieri lascia poco spazio agli avversari dimostrando ancora una volta di potersela giocare con chiunque. I Citizens restano al terzo posto, a 3 lunghezze di distacco dalla coppia di testa.

Ranieri manda in campo dal primo minuto Inler davanti alla difesa, Albrighton e Mahrez sugli esterni e Vardy in attacco. Formazione tipo (ad eccezione dell'infortunato Kompany) per il Manchester City con Aguero unica punta e il trio delle meraviglie composto da De Bruyne, David Silva e Sterling alle sue spalle.

Al 18' la prima palla gol è dei Citizens: Sterling vede libero De Bruyne che calcia di prima intenzione ma trova la respinta di Schmeichel. Il Leicester risponde al 25' quando Mahrez ruba palla a Kolarov e prova il sinistro a giro che si spegne sul fondo. Due minuti dopo il portiere del Leicester risponde con prontezza al destro in scivolata di Sterling. I padroni di casa hanno due grandi occasioni a cavallo del 40': sulla prima Brighton non riesce a deviare in rete il cross millimetrico di Fuchs, sulla seconda Vardy si divora la rete calciando alto a tu per tu con Hart.

Nella ripresa il primo squillo è ancora del Leicester con un destro da fuori area di Kante che sibila il palo. Pellegrini rivoluziona l'attacco inserendo Bony al posto di Aguero che non gradisce la sostituzione. Vardy ci prova al 70' ma il suo sinistro non impensierisce Hart. Succede ben poco nel finale con il Leicester padrone del campo e il City che si chiude senza però particolari patemi. Un punto che sembra così star bene a tutte le due squadre: i ragazzi di Ranieri riconquistano la vetta (seppur in coabitazione con l'Arsenal) mentre Yaya Touré e compagni restano in scia.