Premier: il Leicester vola con Vardy, City secondo

2016-02-03 12:00:37
Pubblicato il 3 febbraio 2016 alle 12:00:37
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

Il Leicester sconfigge 2-0 il Liverpool nella 24esima giornata di Premier grazie ad una doppietta del capocannoniere Vardy e resta in vetta a +3 sul Manchester City, vincente 1-0 a Sunderland con gol di Aguero. L'Arsenal non va oltre lo 0-0 col Southampton e viene agganciato al terzo posto dal Tottenham che passeggia 3-0 a Norwich. Salva la panchina di Van Gaal: lo United batte 3-0 lo Stoke mentre lo Swansea di Guidolin pareggia 1-1 col WBA.

Leicester-Liverpool 2-0
Collaudato 4-4-2 per Ranieri che inserisce Vardy e Okazaki in attacco con Mahrez largo a destra. Tridente per il Liverpool di Klopp composto da Milner, Firmino e Lallana. La prima palla gol è del Leicester: su cross di Vardy, Okazaki si avventa di testa a botta sicura ma Mignolet respinge di istinto sulla traversa. Nel finale di frazione altra grande respinta del portiere Reds sul tiro a giro indirizzato all'incrocio di Mahrez. Passano 15 minuti nella ripresa e la squadra di Ranieri va in vantaggio con una magia di Vardy che calcia al volo sul lancio di Mahrez dal vertice destro dell'area e infilando Mignolet con un pallonetto. L'attaccante inglese firma al 71' la doppietta personale (il 18esimo gol stagionale) infilando il portiere dei Reds col sinistro sul passaggio di Okazaki deviato da Sakho. Partita in cassaforte per il Leicester che continua a sognare in vetta alla Premier.

Sunderland-Manchester City 1-0
Aguero ci mette 16 minuti a sbloccare l'incontro dello Stadium of Light con un preciso destro da pochi passi su servizio di Navas. Il Kun va vicino al raddoppio dieci minuti dopo con un tiro a giro di poco a lato. Al 34' Koné si divora il pareggio non riuscendo a indirizzare di testa la sfera in porta tutto solo. Il City si salva al 44' quando Hart respinge prima su Defoe e poi su Kones. Poche emozioni nella ripresa ma al 78' il Sunderland va ad un passo dal pari con O'Shea che impatta male la sfera. Nel finale salvataggio sulla linea di Otamendi su un colpo di testa a botta sicura di Kirchhoff ad Hart battuto. La formazione di Pellegrini porta a casa una vittoria preziosa e resta da sola seconda in classifica a -3 dal Leicester e a +2 su Arsenal e Tottenham.

Arsenal-Southampton 0-0
All'Emirates la prima chance è dei Gunners con Ozil che aggancia un pallone di Sanchez e calcia a botta sicura trovando però la risposta miracolosa di Forster. Il duello tra i due si rinnova al 21' e anche in questo caso ad avere la meglio è il portiere del Southampton. Con Pellè in panchina ci prova Manè a regalare la gioia ai tifosi dei Saints ma, lanciato a tu per tu verso Cech, non riesce a concludere con freddezza. A inizio ripresa altro grande intervento di Foster sul destro a giro di Giroud. Koscielny spara poi alto da un metro di testa il cross di Ozil. Il Southampton resiste nel finale e strappa un punto prezioso, condannando i Gunners al terzo posto in coabitazione col Tottenham.

Norwich-Tottenham 0-3
Solo due minuti servono agli Spurs per passare in vantaggio a Carrow Road con Alli che mette dentro il primo tentativo di Eriksen parato da Rudd. A siglare il raddoppio ci pensa Kane con un rigore trasformato al 30' e concesso per fallo di Bassong in area su Alli. Lo stesso Kane chiude l'incontro al 90' siglando il tris su assist invitante di Eriksen. Un 3-0 che regala agli uomini di Pochettino il terzo posto con l'Arsenal.

Manchester United-Stoke City 3-0
Van Gaal conferma Lingard, Mata e Martial dietro a Rooney. La sua scelta viene premiata al 14' quando è proprio Lingard a mettere dentro di testa da pochi passi l'assist di Borthwick-Jackson, giovane terzino classe 1997. Il raddoppio dei Red Devils arriva al 23' con una magia di Martial che piazza la sfera sotto l'incrocio con un destro a giro imprendibile. Al 38' è Mata a sfiorare il tris con un colpo di testa su cross di Darmian. Rooney si vede annullare un gol per fallo su Johnson ma al 53' cala il tris con un bell'inserimento su assist di Martial. Seconda vittoria consecutiva, dopo quella in Fa Cup, per lo United e panchina di Van Gaal che torna ad essere un po' più solida col quinto posto a -5 da Arsenal e Tottenham.

West Bromwich-Swansea 1-1
Al The Hawthorns Guidolin manda in panchina il neo-acquisto Paloschi lasciando da solo Ayew in attacco. Wba pericoloso dopo 120 secondi con un'incornata di Fletcher respinta da Fabianski. Lo Swansea reagisce al 33' quando Sigurdsson tenta l'invenzione dalla distanza ma Foster devia in corner. Guidolin sul finale di frazione manda in campo Paloschi al posto dell'infortunato Ki e l'attaccante ex Chievo in pieno recupero si divora il vantaggio calciando addosso a Foster. Nella ripresa ancora Paloschi pericoloso al 64' con un tiro respinto all'ultimo dalla difesa del Wba. L'attaccante italiano un minuto dopo si infila in area, viene chiuso da McAuley ma la palla finisce sul destro di Sigurdsson che porta in vantaggio gli uomini di Guidolin. Rondon, però, rovina la festa agli ospiti: in pieno recupero il venezuelano mette in rete da pochi passi un'altra grande risposta di Fabianski sul tentativo ravvicinato di Fletcher. Dopo due successi consecutivi (il primo vissuto dalla tribuna) Guidolin coglie un pareggio: il suo Swansea fallisce l’aggancio al Wba e resta quintultimo a quota 28.