Premier: Leicester in vetta, crollano City e Chelsea

2015-12-06 08:15:00
Premier: Leicester in vetta, crollano City e Chelsea
Pubblicato il 6 dicembre 2015 alle 08:15:00
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

In Premier prosegue la favola del Leicester di Ranieri che nella 15a giornata vince 3-0 a Swansea con una tripletta di Mahrez e resta da solo in vetta alla classifica con 32 punti. Il City crolla 2-0 con lo Stoke (doppietta di Arnautovic). Crisi nera per il Chelsea di Mourinho battuto 1-0 in casa dal Bournemouth. Secondo posto per l'Arsenal, vincente 3-1 sul Sunderland mentre lo United non va oltre lo 0-0 col West Ham e aggancia il City a 29.

Stoke City-Manchester City 2-0
Passano appena 6 minuti e Arnautovic porta in vantaggio i padroni di casa mettendo in rete il perfetto assist di Shaqiri. I due ex interisti ancora protagonisti in occasione del raddoppio dello Stoke: lo svizzero libera con un'invenzione l'austriaco che non sbaglia con un colpo sotto. Al 31' altra grande occasione per Arnautovic che colpisce alto di testa da pochi passi. Il primo tiro in porta del City arriva al 41' con Kolarov ma Butland è bravo a dire no. Sullo scadere di frazione palo clamoroso colpito da Arnautovic ancora su assist di uno scintillante Shaqiri. Nella ripresa non cambia l'inerzia del match e al 67' Shaqiri spreca a porta vuota non trovando l'impatto con la sfera su passaggio di Arnautovic. La squadra di Pellegrini non riesce a pungere ed esce così a testa bassa dal Britannia Stadium.

Swansea-Leicester 0-3
Al Liberty Stadium di Swansea il Leicester si trova in vantaggio dopo solo 5 minuti con un colpo di testa ravvicinato di Mahrez su corner di Albrighton. Al 22' l'algerino raddoppia mettendo in rete il lancio preciso di Kanté. Nella ripresa sempre Mahrez chiude i conti su servizio di Vardy che, dopo essere andato a segno 11 volte di seguito, interrompe la sua striscia fortunata. Il Leicester però può far festa per il primo posto in solitaria.

Arsenal-Sunderland 3-1
Sorride anche l'Arsenal che batte 3-1 il Sunderland all'Emirates e sale al secondo posto con 30 punti. Apre le danze Joel Campbell che segna di sinistro su servizio di Ozil. I Black Cats pareggiano con un'autorete sfortunata di Giroud su cross di M'Vila ma a inizio ripresa lo stesso bomber francese si riscatta con un colpo di testa potente su assist di Ramsey. Il gallese segna la terza rete dei Gunners con un destro da pochi passi.

Manchester United-West Ham 0-0
All'Old Trafford lo United non riesce a sfondare il muro del del West Ham e deve accontentarsi dell'aggancio in classifica al terzo posto ai cugini del City. Pareggia anche il Tottenham che non va oltre l'1-1 in casa del West Brom con McClean che risponde al vantaggio Spurs di Alli.

Chelsea-Bournemouth 0-1
Mourinho lascia per la seconda volta in panchina Diego Costa e si affida ad Hazard unica punta con Willian, Oscar e Pedro alle sue spalle. A Stamford Bridge è il Bournemouth a rendersi più pericoloso nelle prime battute con Stanislas e King. Pedro impegna Boruc ma il Chelsea si vede pochissimo in avanti. Nella ripresa lo Special One manda in campo Diego Costa al posto di uno spento Oscar ma il copione non cambia e all'82' ecco la beffa per il Chelsea: su azione d'angolo Courtois non esce benissimo, la palla rimane in mezzo all'area e Murray, di testa e in sospetto fuorigioco, insacca. Nel finale sono gli ospiti ad andare vicini al raddoppio in contropiede e per il Chelsea si materializza così l'ottava sconfitta in campionato ed è ora, con 15 punti, a solo più 3 sulla zona retrocessione. I Blues non perdevano contro una neo-promossa in casa da ben 44 turni: il 21 aprile del 2001 la squadra allora allenata da Claudio Ranieri venne sconfitta a Stamford Bridge dal Charlton. La panchina di Mourinho torna a traballare.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it